#Bastabuche, il 21 aprile il Motoday di protesta guidato dall'ex sindaco Alemanno

Corteo con scooter e moto da ponte Milvio al Campidoglio

Un tour in moto per dire basta alle strade dissestate. Motoday #bastabuche è la protesta organizzata dal Comitato '2RuotexRoma' promosso dal Movimento Nazionale per la Sovranità, che si terrà sabato 21 aprile, giorno del Natale di Roma. L'evento è stato presentato in piazza San Silvestro dal presidente del Comitato, Maurizio Biscardi, dal segretario nazionale del Msn ed ex sindaco Gianni Alemanno. 

La partenza è alle ore 15 da piazzale di Ponte Milvio e motorini, scooter e motociclette percorreranno le strade più martoriate per arrivare sotto il Campidoglio (Piazzale della Madonna di Loreto), dove i promotori presenteranno le loro proposte indirizzate all'Amministrazione comunale e al Governo nazionale. 

"A Roma ci sono 50mila buche disseminate in tutta la città, potenziali criminali che attentano alla salute di chi cammina per le strade - ha detto Biscardi - La situazione peggiora ogni giorno di più, un problema sociale gravissimo che investe tutti esponendo a grandi rischi madri, padri, figli. Ma siamo noi motociclisti più di tutti a rischiare la nostra incolumità e perfino la nostra vita. Per questo il 21 aprile festeggeremo il Natale di Roma a modo nostro, manifestando con un corteo di moto, scooter e motorini per chiedere un piano straordinario per chiudere subito le buche di Roma e rendere di nuovo decente il manto stradale. Tutti coloro che sentono che Roma deve migliorare dovrebbero partecipare a questa manifestazione, un invito che estendiamo all'intera cittadinanza al di là di ogni divisione di parte".

"Le buche a Roma sono sempre esistite, però mai siamo stati in una situazione come quella attuale. E inutile che la Sindaca faccia lo scaricabarile sui dirigenti e sulle passate amministrazioni, lei deve far bandire le gare" ha dichiarato l'ex sindaco di Roma e segretario del Movimento Nazionale per la Sovranità Gianni Alemanno. "Ci sono diversi fatti che la inchiodano. Tanto per cominciare nel suo programma presentato alle elezioni comunali non c'era nessun punto sulle buche stradali, questo significa che o non c'era il problema prima o se ne sono completamente dimenticati; dal 2017 è rimasto bloccato il bando del Global Service che noi avevamo fatto durante la nostra amministrazione: ad oggi non si è neanche insediata la commissione per aggiudicare l'appalto. Sino ormai quattro anni che si va avanti con una serie di proroghe di sei mesi in sei mesi, da Marino al commissario Tronca e infine alla Raggi e ancora si parla di proroghe. Ci sono poi due problemi tecnici per le manutenzioni - conclude l'ex sindaco - con le gare a massimo ribasso sempre più utilizzate in questi anni è impossibile utilizzare le nuove e migliori tecnologie, mentre il Comune per tappare le buche continua a usare la bitumazione a freddo anziché quella a caldo che dà risultati più duraturi e migliorie".

Le sigle che per ora hanno dato la loro adesione alla manifestazione sono: ASI Associazioni Sportive e Sociali Italiane di Roma e Lazio;  Associazione ASD ARCUT; Associazione Cives Romanus; CLASSIC GARAGE; Comitato Villa Wolkonski; Movimento Gioventù e futuro; MotoClub SS LAZIO; Associazione NUOVE FRONTIERE; Movimento PATRIA; Associazione ROTTA FUTURA; VESPA CLUB di Roma.
 
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Manifestazione dei pensionati e sit-in dei pendolari: sabato attese oltre 20mila persone a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento