Stadio della Roma, Montuori: "Mai detto che inchiesta è costruita. Se progetto è in regola andremo avanti"

L'assessore all'Urbanistica sull'indagine che ha scosso il Campidoglio

Assessore Luca Montuori

"Non ho mai detto che l'inchiesta è costruita". L'assessore all'Urbanistica Luca Montuori smentisce una risposta data al Corriere della Sera all'interno di un'intervista. Il tema è quello che sta occupando da giorni le cronache della città: l'inchiesta sullo stadio della Roma. "Mi preme dire che mi è stata attribuita frase che non ho mai detto". Non avrebbe utilizzato il termine "costruita", o comunque, ribatte, il suo intento sarebbe stato travisato: "Ho detto che mi sembra che ci sia una narrazione intorno a questa vicenda che la sta ingrossando oltremodo". Ma non voleva attaccare i giudici. "Ho la massima fiducia nella magistratura, credo che sia necessario che faccia tutte le indagini e gli approfondimenti perchè questa città ha bisogno di chiarezza intorno a questa vicenda". Le precisazioni sono arrivate a margine della presentazione della Strategia di resilienza di Roma Capitale alla Casa dell'Architettura.

Poi, sul futuro del progetto dello stadio ha ribadito quanto già spiegato dalla sindaca Raggi: "Se la procedura, come crediamo, risulta corretta andremo avanti". E ancora: "Abbiamo deciso di procedere verificando alcuni passaggi nodali, perchè sia i cittadini che tutti gli altri hanno diritto a delle risposte su quanto sta succedendo in questi giorni. Ma siccome nessuna parte della procedura in questo momento sembra minimamente toccata dai problemi di cui leggiamo sui giornali, se questo sarà confermato noi andremo avanti. I problemi vanno affrontati nella loro giusta definizione, se c'e' un tema amministrativo lo si affronta amministrativamente"

Stadio della Roma: l'operazione è ancora possibile?

Tanto per cominciare "dobbiamo ricostituire la controparte, cioè capire con chi stiamo parlando, se è la società Eurnova e se è in grado di risponderci". In parallelo si lavora sui pareri espressi in Conferenza dei Servizi. "Al momento le modalità della verifica le stiamo studiando al nostro interno per capire quali sono gli atti e i passaggi che vanno verificati: noi lavoriamo sui pareri che sono stati espressi da tutti coloro che erano al tavolo della conferenza dei servizi e non abbiamo modo di credere che alcuni di questi pareri non siano corretti. Dobbiamo mettere in fila tutte le cose e verificare alcuni passaggi e attendere che la magistratura faccia il suo corso e le sue indagini".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento