Metro C, ancora bloccati i fondi per piazza Venezia: talpe ferme rischiano l'interramento

L'assessore Meleo: "Stiamo lavorando per reperire i finanziamenti in sinergia con il Ministero"

Talpa metro C

Le talpe sono arrivate a destinazione, altezza Fori Imperiali, a ridosso del Vittoriano. Non potranno restarci a lungo però, come da monito lanciato più volte dal consorzio metro C. O si prosegue, sul tracciato T2 dell'opera, o il rischio è doverle tombare per ragioni di sicurezza. Era il 5 luglio, e Virginia Raggi annunciava con un tweet che il progetto della linea a piazza Venezia è "sempre più concreto". 

Spiegava di aver inviato al Ministero dei Trasporti il progetto definitivo della stazione e che le talpe sarebbero entrate presto "in azione". Già, a oggi però le Tbm (Tunnel Boring Machine) sono ferme. Sui fondi, 300mila euro che ancora devono arrivare dal Governo centrale oltre ai 150 già sul tavolo, non ci sono novità. E l'ipotesi di un interramento forzato delle teste delle talpe, ruote d’acciaio giganti di circa tre metri che andrebbero a far compagnia ai resti dell'antica Roma, si riaffaccia insidiosa. 

Se infatti dovessero restare sotto terra troppo a lungo (si parla di autunno al massimo), rischierebbero di provocare smottamenti e crolli sotterranei. O avanti, verso la futura stazione di piazza Venezia dove è già previsto uno sbocco per farle uscire, un "pozzo di estrazione", oppure dovranno restare dove sono. 

Poi, se tra anni si volesse ipoteticamente riaprire il progetto e ricongiungere il tratto di metropolitana bisognerebbe andare nel verso opposto, da piazzale Clodio verso il centro, perché il tunnel resterebbe "tappato". Anche qui con spese aggiuntive e tempi dilatati. Sarebbe un bel disastro. E costerebbe circa 20 milioni di euro. Un conto salato quello finale di circa 64 milioni di euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assessore ai Trasporti Linda Meleo sul punto interviene per rassicurare: "Riguardo l’interruzione dei lavori per il prolungamento della metro C fino a piazza Venezia voglio precisare che non c’è alcun blocco nella prosecuzione dell’opera. Intenzione dell’Amministrazione è quella di andare avanti come programmato. Per questo motivo Roma Metropolitane, a inizio luglio, ha trasmesso al Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti (MIT) il progetto definitivo per la costruzione delle due gallerie fino a Piazza Venezia, in modo da ottenere i fondi necessari alla loro realizzazione. Parlare quindi di blocco appare totalmente fuori luogo". Le risorse però, ammette, non sono ancora sul tavolo. "Stiamo lavorando per reperire i finanziamenti necessari in sinergia con il MIT, così come gli uffici preposti stanno analizzando e procedendo alla stesura di tutti gli atti amministrativi secondo un preciso indirizzo politico espresso anche in una delibera d’Assemblea capitolina: andare avanti con la realizzazione della metro C fino a Piazza Venezia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento