Metro C, il 30 aprile la consegna delle stazioni fino a piazza Lodi: "Iniziano i collaudi"

Lo ha affermato il sindaco a Radio Radio. L'apertura al pubblico: "Entro settembre". Poi la proposta per un collegamento tra il Porto di Civitavecchia e Roma: "Una stazione ferroviaria"

Nuovo passo avanti nella consegna delle tratte della metro C. Le prossime sei stazioni dell'infrastruttura fino a piazza Lodi verranno consegnate a Roma Metropolitane il prossimo 30 aprile per iniziare i collaudi. L'apertura al pubblico della nuova tratta invece dovrebbe arrivare prima di settembre. A darne notizia il sindaco Ignazio Marino che questa mattina è intervenuto ai microfoni di Radio Radio. La tratta viene consegnata con qualche mese di ritardo rispetto a quanto stabilito dal cronoprogramma. Il primo cittadino non ha parlato solo di metro C. Da sindaco della Città Metropolitana ha anticipato un progetto per unire la Capitale al Porto di Civitavecchia: “Una stazione ferroviaria per far arrivare i turisti che sbarcano con le crociere”.

UN TRENO DA CIVITAVECCHIA – E infatti uno dei progetti esposti questa mattina ai microfoni di Radio Radio riguarda proprio un collegamento diretto tra il porto della cittadina di mare e la Capitale utilizzando dei binari in disuso. Il progetto è chiaro: “Realizzare una stazione ferroviaria dentro al Porto di Civitavecchia per far arrivare i turisti che vi arrivano con le crociere con un percorso più leggero per il traffico e l'ambiente della Capitale. “Civitavecchia ha il porto più importante per le crociere di tutto il Mediterraneo. Arrivano ogni anno 2 milioni e mezzo, fino a 3 milioni di turisti con le navi da crociera. Queste persone si trasferiscono per la maggior parte a Roma con percorso di visita che va dalla Fontana di Trevi fino al Vaticano”. Un passaggio che però crea problemi alla città di Roma, soprattutto al traffico: “I pullman lasciano i crocieristi in via del Tritone e li fanno risalire dopo un percorso a piedi vicino alla Città del Vaticano. E' chiaro che questo crea un gran disagio per la città perché parliamo di centinaia di mezzi pesanti su gomma che inquinano, creano traffico e, con il loro peso, determinano un danno per asfalti messi a dura prova dalla mancata manutenzione di tanti anni”.

LO STADIONon poteva non mancare un passaggio sullo stadio. Marino ha infatti fatto sapere di aver chiesto aggiornamenti a James Pallotta. “Il lavoro prosegue” ha rassicurato spiegando di avere l'intenzione di “seguire l'avanzamento dei lavori per far capire agli investitori stranieri che Roma sta cambiando”.

Potrebbe interessarti

  • Parcheggi di scambio: dove si trovano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Come ottenere il permesso Ztl

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Incidente A1: auto e tir forano gomme su una buca, maxi tamponamento fra 7 mezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento