Mense scolastiche, i sindacati dopo incontro con Baldassarre: "Risposte insufficienti, mobilitazione continua"

I sindacati hanno chiesto l’apertura di un tavolo con la Prefettura e la Commissione di Garanzia

Foto Facebook Filcams Cgil

“Risposte insufficienti”. La mobilitazione dei lavoratori delle mense scolastiche del Comune di Roma “continuerà”. È quanto comunicano i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e Uiltrasporti Uil di Roma e del Lazio: “Dopo l'incontro con l'assessora Laura Baldassarre avvenuto il 31 maggio scorso presso l'assessorato alla Persona, risultano totalmente insufficienti le risposte date alle organizzazioni sindacali e di fatto, a tutte le lavoratrici e i lavoratori che nella scorsa settimana hanno messo in atto diverse forme di lotta sindacale - presidi, manifestazioni, sciopero - per far valere i propri diritti a fronte di un bando di gara che punta solo sul risparmio e che mette in secondo piano occupazione, salario e servizio di qualità all'utenza”, si legge in una nota. 

I sindacati ribadiscono che i “circa 4 euro” proposti dalla società pre selezionata per l’assegnazione, in merito alla quale sono in corso una serie di accertamenti, non “garantiscono la qualità del servizio”. Nella cifra, riportano nella nota, sono ricompresi “investimenti sulla riqualificazione dei luoghi e il costo del personale, per le materie prime e per la gestione bancaria e aziendale”. Il “vero costo del pasto”, continuano “si aggira attorno ai 2 euro senza distinzione tra tipologie di scuole, infatti i nidi che dovrebbero avere un costo maggiore sono messi alla pari delle materne e delle elementari”. 

Nella nota, anche la replica a una delle risposte avanzate dall’assessora, proprio nel corso di un’intervista a Romatoday in merito all’impegno a tutelare al massimo i lavoratori. “Durante l'incontro ha dato una blanda apertura da concretizzarsi solo durante il cambio appalto, ma senza entrare nello specifico e senza dare concrete soluzioni a salvaguardia nè delle lavoratrici in forza nè tantomento delle 330 addette delle autogestite e delle 170 cuoche della Multiservizi”.

I sindacati, fanno sapere, hanno chiesto l’apertura di un tavolo con la Prefettura e la Commissione di Garanzia. “La mobilitazione continuerà fino a quando non avremo la certezza di tutelare la qualità, i salari e l’occupazione per le oltre 2000 lavoratrici che ogni giorno attraverso la loro professionalità erogano i pasti a tutti i bambini e le bambine che frequentano le centinaia di scuole di Roma Capitale”. Giovedì è in programma una commissione Trasparenza sul tema. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

Torna su
RomaToday è in caricamento