menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

"Centinaia di manifesti con la faccia di Adinolfi imbrattano il centro"

La denuncia di Mauro Cioffari, capogruppo Sel-Si in I municipio. Il dito è puntato contro l'ennesima campagna elettorale che sporca la città "senza timbro autorizzativo"

"Centinaia di manifesti elettorali con la faccia di Mario Adinolfi stanno imbrattando i muri del centro storico". La denuncia arriva da Mauro Cioffari, capogruppo Sel-Si nel I municipio. Il dito è puntato contro l'ennesima campagna elettorale che sporca la città. E nel caso specifico, attacca Cioffari, "sono privi dei timbri di autorizzazione all'utilizzo oneroso degli spazi. Prima la famiglia, no gender nelle scuole, il popolo della famiglia. Queste le parole d'ordine che compaiono, a caratteri cubitali, sui manifesti".  

"A seguito di segnalazioni ricevute dai cittadini residenti - dichiara - chiederò agli uffici del I Gruppo di Polizia Locale Roma Capitale di verificare la regolarità di queste affissioni elettorali. Qualora si trattasse di affissioni abusive, visto che sono comparsi senza timbri autorizzativi sugli spazi pubblicitari comunali, ne solleciterò la rimozione e l’eventuale sanzione". 

"Tutelare il decoro della città, rimuovere le affissioni abusive che danneggiano chi ha comportamenti virtuosi e contrastare il fenomeno attraverso l’applicazione delle sanzioni previste dalla Legge e dalle Delibere comunali - aggiunge Cioffari - è un dovere dell’amministrazione capitolina e dovrebbe essere un impegno programmatico per chi si candida a rappresentare i cittadini di Roma".adinolfi-2-3

IL PRECEDENTE - Una battaglia condotta in più occasioni dal consigliere che già nelle scorse settimane ha denunciato i manifesti sparsi sui muri di Roma per l'arrivo delle reliquie di San Pio e San Leopoldo. Nel caso specifico gli stessi vigili del I gruppo Trevi hanno confermato l'assenza di timbro autorizzativo. Ma nessuno verrà sanzionato, perché, hanno comunicato gli agenti "gli estremi presenti sugli stessi manifesti non sono stati sufficienti per poter risalire nè al trasgressore nè al responsabile in solido". 

Potrebbe interessarti

Commenti (1)

  • curioso lo zelo di sel

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

  • Cronaca

    Magliana: donna trovata morta semi carbonizzata vicino ad un'auto

  • Cronaca

    Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

  • Cronaca

    Sara Di Pietrantonio, il fidanzato confessa: "L'ho uccisa io. Poi sono tornato a lavoro"

Torna su