homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Alemanno e Marino indagati per abuso d'ufficio: dirigenti nominati senza gara

A breve gli interrogatori degli ex sindaci e degli altri 55 tra ex assessori, dirigenti e funzionari di dipartimenti, tutti indagati per presunti illeciti legati alle procedure di nomine dirigenziali in Campidoglio

Marino e Alemanno, immagine di repertorio

Alemanno e Marino nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta della procura di Roma sui presunti illeciti legati alle procedure di nomine dirigenziali in Campidoglio in violazione del Testo Unico degli Enti Locali. Gli ex sindaci di Roma, l'ex segretario generale Liborio Iudicelli ed altri 55 tra ex assessori, dirigenti e funzionari di dipartimenti sono indagati dalla Procura di Roma per abuso d'ufficio.

Le contestazioni della Procura riguardano la nomina a dirigenti di soggetti esterni al Campidoglio senza procedura selettiva pubblica e senza valutazione di ricorso, per quegli incarichi, a dipendenti interni. A cominciare dai prossimi giorni comincerà la tornata di interrogatori da parte del pm Francesco Dall'Olio e dagli uomini del Nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza. Intanto l'ex sindaco Alemanno ha commentato tramite nota stampa.

"Tutte le procedure di nomina di dirigenti esterni al Comune hanno seguito, per quello che mi risulta, le stesse identiche procedure non solo della giunta Marino, coinvolta anch'essa nell'inchiesta, ma anche delle giunte di Veltroni e Rutelli. Si tratta di procedure da sempre seguite in base alle norme vigente e secondo un'interpretazione unanimemente data fino ad oggi, predisposte dagli uffici e validate dal Segretario Generale. Non vedo, quindi, in ogni caso come possa essere coinvolta la mia Giunta Comunale che ha approvato atti predisposti e validati in sede tecnica. Confido in una rapida archiviazione del procedimento da parte della Magistratura rispetto a scelte su cui è francamente impossibile intravedere un profilo penale e che comunque, lo ripeto ancora una volta, sono identiche a quelle da sempre seguite all'interno del Campidoglio".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Rivolta dei rifiuti a Tor Bella Monaca: cassonetti in fiamme, interviene la polizia

    • Incidenti stradali

      Fidanzati travolti e uccisi a Santa Severa: c'è un fermo, l'accusa è omicidio stradale

    • Politica

      Atac, "sospette anomalie": annullati tre concorsi interni

    • Cronaca

      Bud Spencer, camera ardente in Campidoglio: romani in fila per l'ultimo saluto

    I più letti della settimana

    • Giunta Raggi: Daniela Morgante al Bilancio. Ai Trasporti prende quota Enrico Stefano

    • Salario accessorio, per Raggi un'eredità che scotta: Tronca sospende il saldo del 2015

    • Vigili, Clemente non è più Comandante. Per il sostituto braccio di ferro Frongia De Vito

    • Raggi lavora alla Giunta: Flavia Marzano assessore all’Innovazione

    • "Frongia non può fare il capo di Gabinetto", ma dal Campidoglio smontano il caso

    • Trastevere: Raggi e Zingaretti inaugurano la nuova caserma dei Carabinieri

    Torna su
    RomaToday è in caricamento