Aree verdi, Legambiente lancia l'allarme alla Regione: "Non burocratizzate il volontariato"

In Consiglio regionale si decide il futuro di molte associazioni impegnate nella manutenzione del verde. Scacchi (Legambiente): "A rischio uno strumento utile, recente e democratico"

Burocratizzare l'attività dei volontari che si prendono cura del verde. Il Consiglio Regionale deve votare una proposta di legge, la 128/2019, che rischia d'incidere seriamente sull'attività che, cittadini ed associazioni, mettono in campo per garantire il decoro di parchi, giardini, aiuole.

Il contributo a rischio

“Da settimane stiamo chiedendo di evitare che, con una proposta di legge regionale, venga abolito il contributo per la manutenzione delle aree verdi -  fa sapere Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio - Nonostante parziali modifiche dopo commissioni ed emendamenti, la legge in discussione porterebbe comunque ad abrogare i contributi del verde, ne assorbirebbe le risorse, introdurrebbe una discrezionalità sbagliata e non sarebbe neanche garantito il proseguimento di un meccanismo che, nell'ultimo anno, ha funzionato a meraviglia".

Una legge recente

Secondo il numero uno di Legambiente "Non si comprende per quale motivo, si dovrebbe togliere uno strumento regionale utile, recente, democratico e che valorizza l’associazionismo, oltre che i rapporti di collaborazione positiva tra istituzioni, comitati e associazioni". Dal 2017, grazie all'articolo 16 della legge reagionale nr 9, c'è la possibilità di usufruire di incentivi per la manutenzione del verde. Quell'articolo è però finito nel mirino della Pisana.

La burocrazia ed il volontariato

Eppure, ragiona Scacchi ,"grazie ai contributi del verde, oltre cento soggetti su tutto il territorio regionale, hanno potuto giovare di reale sostegno alla propria azione; tutto ciò è messo a rischio a causa di una proposta che annulla lo strumento, mischiandolo in un ben più ampio calderone dei beni comuni, a causa del quale, la cura delle aree verdi potrà solo diminuire. Con una nuova legge che burocratizza il sostegno al volontariato, se ne cancellerebbe invece una fluida, veloce e di estrema efficacia, chiediamo al consiglio regionale di fare in modo che ciò non avvenga”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento