Casa, protesta alla Regione: "Zingaretti si assuma le sue responsabilità"

Il presidio è stato indetto dal sindacato di base Asia Usb. Tra le richieste: la difesa dell'edilizia pubblica, avviare il Piano Casa regionale, una soluzione per la "truffa" dei Piani di zona

Foto Facebook Asia Usb

Difendere l'edilizia pubblica, avviare il Piano Casa regionale, fermare la "truffa" dei Piani di zona. Ma anche stop sfratti e speculazioni sulle case degli enti previdenziali. Sono queste le motivazioni che hanno spinto decine di persone in emergenza abitativa, organizzate dal sindacato di base Asia Usb, a protestare oggi pomeriggio sotto la sede della Regione Lazio a Garbatella. 

ABITARE COSTA TROPPO - "E’ proprio di qualche giorno fa l’allarme lanciato dall’ISTAT, che stima in circa 3 milioni (l'11,7% del totale) il numero delle famiglie italiane in difficoltà con il pagamento delle spese per la casa: il 6,3% è in arretrato o non riesce ad onorare le rate del mutuo, il 16,9% dell'affitto, il 10,2% le utenze domestiche" si legge nella nota diramata dal sindacato. "Le cause che hanno determinato il ritardo nei pagamenti vengono evidenziate dallo stesso Istituto di ricerca: si associa nettamente all'onerosità delle spese stesse e, in particolare, alla loro incidenza sul reddito disponibile". Nonostante questi dati "continua la distruzione dell’edilizia pubblica, che può invece rappresentare l’unico vero antidoto alla speculazione del mercato degli affitti, dei mutui e delle tariffe".

COSA SUCCEDE NEL LAZIO - Secondo il sindacato anche la Regione Lazio "invece di rilanciare l’intervento pubblico non ha speso negli anni le centinaia di milioni dei fondi ex-Gescal e stenta a far marciare, complice l’immobilismo del Comune di Roma, il Piano Casa regionale sull’emergenza casa". Continua Asia Usb: "La Regione ha recepito ad agosto scorso il Decreto Lupi sulla dismissione delle case popolari, favorendo i piccoli appetiti speculativi e riducendo ad un ruolo irrilevante questo importante patrimonio pubblico; ha permesso l’attribuzione ai privati di risorse ed aree pubbliche attraverso la realizzazione, rivelatasi truffaldina, dei piani di edilizia agevolata (P.d.Z.); non ha mosso un dito per fermare la gestione speculativa del patrimonio abitativo degli enti previdenziali".

APPELLO A ZINGARETTI - La manifestazione di oggi era rivolta al governatore Nicola Zingaretti. Ecco le richieste: "Assumersi le responsabilità che gli competono, cioè quelle di avviare concretamente il Piano Casa per affrontare l’emergenza abitativa a Roma; di sviluppare l’edilizia pubblica, attraverso il recupero del patrimonio pubblico; di bloccare tutti gli sfratti e gli sgomberi, di tutelare gli inquilini dei Piani di Zona e degli Enti previdenziali, di applicare un canone equo per le fasce sociali più deboli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

Torna su
RomaToday è in caricamento