Malagrotta 2, la battaglia legale non si ferma. I cittadini al Consiglio di Stato: "Sospenda autorizzazione a discarica"

Ancora al Tar l'associazione Raggio Verde ha chiesto anche la sospensione immediata del parere di compatibilità ambientale

Dal Tar al Consiglio di Stato. Ora i cittadini, per fermare il progetto di una discarica a Roma sul sito di Monte Carnevale, si rivolgono ai giudici di palazzo Spada. "La faccenda è tutt'altro che chiusa" tuona l'associazione Raggio Verde, in prima linea contro la scelta del Campidoglio di realizzare a pochi metri dell'ex cava di Malagrotta la nuova area dove smaltire i rifiuti della Capitale. Uno dei temi più caldi della cronaca cittadina, prima che l'emergenza coronavirus congelasse di fatto il dibattito ma non l'iter di realizzazione. La New Green Roma srl, proprietaria del terreno, ha infatto presentato già un progetto parziale in Regione. 

"I cittadini intendono impedire che venga costruita una discarica in un luogo idrogeologicamente inidoneo, vicino a una area protetta, e alle abitazioni". Da qui due nuove azioni legali. Con la prima azione i cittadini hanno chiesto al Consiglio di Stato di ottenere la sospensione della autorizzazione ad edificare la discarica (che era stata concessa e poi revocata dal Tar Lazio). 

La seconda è invece diretta nuovamente al Tar. "Abbiamo richiesto la sospensione immediata del parere di compatibilità ambientale, affinchè nel tempo necessario per la decisione del Consiglio di Stato, il sito venga comunque preservato: non è stata concessa l'immediata sospensione della VIA, ma l'udienza è stata fissata tra pochi giorni, il 26 maggio 2020". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da quanto descritto - concludono i membri di Raggio Verde - la situazione è ampiamente fluida ed in rapida evoluzione: ma rimane fermo l'impegno dei cittadini per evitare l'aumento ingiustificato dello sfruttamento del territorio di una area che ha una altissima valenza naturalistica ambientale e che sta contribuendo al risanamento dell'intera Valle Galeria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento