Roma Tpl, lavoratori ancora senza stipendi: "M5s proroga di altri 20 mesi l'agonia"

"Non abbiamo i soldi per andare a lavoro", raccontano i lavoratori. E su facebook le scuse agli utenti per i prossimi disagi

"Sciopero bianco? Non abbiamo i soldi per andare a lavoro". A parlare è un lavoratore della Roma Tpl, uno di quelli che ad aprile non ha ricevuto gli stipendi. Secondo quanto apprende RomaToday da più fonti sindacali dell'intero consorzio che gestisce oltre 100 linee di periferia, solo i 140 lavoratori della consorziata Cotri hanno - in ritardo - ricevuto le spettanze di aprile. Per tutti gli altri (solo ad inizio maggio, con quasi 50 giorni di ritardo, sono arrivati gli stipendi di marzo, ndr) il piatto piange e, come abbiamo più volte raccontato, l'effetto è quello di famiglie in bolletta, di lavoratori impossibilitati a fare benzina e a poter raggiungere i depositi. Gli autobus così non sempre partono. Per ora i disagi sono contenuti, ma all'orizzonte la situazione non appare rosea.

Ieri su una pagina facebook gestita direttamente dai lavoratori è comparso un emblematico messaggio: "Ci scusiamo del disservizio che stiamo arrecandovi, ma non siamo in grado di garantirlo. Ancora una volta siamo senza retribuzioni. Le istituzioni che dovrebbero tutelare noi lavoratori stanno facendo come sempre orecchie da mercante e non intendono mettere fine alla nostra agonia che si ripete puntualmente tutti i mesi negli ultimi quattro anni". Il messaggio è evidentemente diretto al Movimento Cinque Stelle, "Masaniello" quando era all'opposizione, silente oggi. Una beffa ancora più grande perché ieri si avuta notizia della proroga per altri 20 mesi del contratto con Roma Tpl. 

Una situazione che rischia di diventare drammatica. Tra i sindacalisti interpellati è forte la sensazione di impotenza. "A stento riusciamo a tenere la rabbia dei lavoratori", confessa un rappresentante sindacale che vuole restare anonimo. "Sciopero bianco? Noi lo sconsigliamo sempre, ma è evidente che sono le condizioni i cui sono ridotti i lavoratori a rendere impossibile il raggiungimento del posto di lavoro". Va detto infatti che gran parte degli autisti proviene dalla provincia e per raggiungere i depositi, di via Raffaele Costi o della Maglianella, quotidianamente deve sobbarcarsi molti chilometri. 

A parlare è Michele Frullo di Usb Trasporti: "La storia è sempre la stessa, va avanti da anni e ci si aspettava che la scadenza del contratto ponesse fine all'agonia. Così non è stato è la prospettiva è quella di vivere per altri venti mesi questa condizione, con i lavoratori in agonia, messi in ginocchio dalle politiche del privato che fa ricadere i rischi d'azienda sui lavoratori, ritardando sistematicamente gli stipendi". 

Tra i lavoratori mai come oggi il Movimento Cinque Stelle scatena rabbia. Tanti i voti raccolti nelle rimesse del vettore privato. Tutti speravano in una soluzione, ma da subito la più volte evocata (quando era all'opposizione) revoca del contratto di servizio, è diventata impossibile. Il primo a capirlo è stato Enrico Stefano che, rivoluzionario all'opposizione, è diventato (pur evocato sempre dai lavoratori), silenzioso sull'argomento. A parlare, per l'amministrazione, è stata l'assessora Linda Meleo che a lungo ha continuato ad invocare la revoca del contratto di servizio. Una linea mutata un anno fa, quando si è cominciato ad indicare nella gara europea, che si diceva ormai prossima alla pubblicazione, la svolta. Si arriva ad oggi, con la gara in ritardo (anche per colpa di Meleo, ndr) e con la necessità di una proroga con annessa variazione di bilancio. La soluzione per i lavoratori che ricevono sistematicamente stipendi in ritardo? Nessuno ne parla. 

Così lo spettro dei disagi per i cittadini resta. I lavoratori ribadiscono: "Non ce ne vogliate, ma andrà peggiorando nelle prossime settimane, salvo tempestiva soluzione". 

Di seguito le linee gestite da Roma Tpl: 08, 011, 013, 013D, 017, 018, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 035, 036, 037, 039, 040, 040F, 041, 041F, 042, 044, 048, 049, 051, 053, 054, 055, 056, 057, 059, 066, 078, 086, 088, 088F, 135, 146, 213, 218, 226, 235, 314, 339, 340, 343, 344, 349, 404, 437, 441, 444, 445, 447, 502, 503, 505, 543, 546, 548, 552, 555, 557, 657, 660, 663, 665, 701, 701L, 702, 703L,710, 711, 720, 721, 763, 764, 767, 771, 775, 777, 778, 787, 789, 808, 889, 892, 907, 908, 912, 982, 985, 992, 993, 998, 999, C1, C6, C8, C19. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ma come non si voleva il privato??? Eccolo qua

  • no soldi?no lavoro fate bene

  • eccolo il privato che in tanti invocano...

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Satrico: scooterista muore travolto da una Smart. In fuga le tre persone a bordo

  • Cronaca

    Carabiniere aggredito da incappucciati a Trastevere, il ministro Trenta: "I balordi pagheranno"

  • Cronaca

    San Lorenzo, sabato di paura: crolla il muro esterno di Villa Mercede in via dei Marrucini

  • Cronaca

    Termini, fumo nella galleria commerciale: chiusa per un'ora la fermata della metro B

I più letti della settimana

  • Neve e gelo, Roma si prepara: ecco le istruzioni della sindaca Raggi

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Metro A: guasto agli impianti, chiuse le stazioni Barberini e Spagna

  • Blocco traffico Roma: domani stop ai veicoli più inquinanti ed ai diesel euro 3

  • Incendio via Salaria: bruciano i rifiuti del TMB, nube di fumo su tutta Roma

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro tra scooter e furgone in corsia d'emergenza, un morto

Torna su
RomaToday è in caricamento