Italia dei Diritti entra nei consigli comunali di sei Comuni della provincia di Roma

Capranica Prenestina, Castel San Pietro Romano, Pisoniano, Rocca Canterano, Sambuci e Vallepietra i Comuni dove sono stati eletti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma 31 Maggio 2019: Le elezioni del 26 Maggio hanno premiato le liste del movimento di Italia dei Diritti che ha eletto consiglieri in sei degli otto comuni dove era presente. Un successo che premia gli sforzi del presidente e fondatore del movimento Antonello de Pierro ed il coraggio del responsabile provinciale romano Carlo Spinelli che hanno voluto fortemente tentare questa strada che ha dato buoni frutti. Lo stesso Carlo Spinelli è riuscito ad entrare come consigliere di minoranza in un comune considerato difficile come Capranica Prenestina dove da molti anni vige una situazione di non opposizione al sindaco che è stato rieletto per la terza volta consecutiva.

E’ Spinelli stesso come responsabile provinciale romano di Italia dei Diritti e neo consigliere eletto a fare una disamina sul risultato di Capranica Prenestina e sugli altri comuni dove il movimento era presente con proprie liste: ” Possiamo tranquillamente parlare di un nostro successo elettorale a queste amministrative, abbiamo eletto in totale 11 consiglieri entrando in sei consigli comunali alcuni sinceramente non preventivati perché presentavano delle realtà che rendevano difficile un nostro risultato positivo.

A Capranica Prenestina dove sono stato eletto con il 7% dei voti ad esempio il sindaco rieletto si è praticamente creato un feudo dove governa da circa 40 anni ( esclusi i periodi in cui non poteva essere rieletto per fine mandato ) e dove si presentava una seconda lista che già si trovava in consiglio comunale nel quinquennio appena trascorso. Era quindi difficile trovare consensi che sono però arrivati grazie all’impegno profuso e alla tenacia con la quale ho continuato a cercare di evidenziare alcuni problemi che esistono in paese senza farmi scoraggiare dai commenti contrari e dalle male parole apostrofatemi anche pubblicamente sui social da alcuni residenti evidentemente sostenitori del sindaco. Ho proseguito per la mia strada e sono stato premiato sfiorando addirittura l’elezione di un secondo consigliere sfuggito al movimento per un solo voto.

Sto ricevendo – continua Spinelli – molti messaggi di incoraggiamento e di fiducia verso la mia persona per l’incarico che l’elettorato capranicense ha voluto conferirmi, e farò in modo di non deludere le aspettative che molti residenti di Capranica Prenestina ( dai messaggi che mi arrivano sono più dei voti presi ) nutrono nei miei confronti. Alcuni mi dicono che più che supportare, sopportano il primo cittadino in carica e purtroppo nei piccoli comuni e così, ma confidano in me e nel movimento Italia dei Diritti per un cambio di rotta che noi cercheremo di dare al paese. Per quanto riguarda gli altri comuni dove siamo entrati in consiglio sottolineo il grande risultato di Sambuci dove con una lista tutta al femminile la nostra candidata sindaco Dantina Salzano vice responsabile romana del movimento, ha ottenuto 55 preferenze andando ben oltre ogni rosea aspettativa.

Anche qui – prosegue Spinelli – è stata premiata la nostra scelta coraggiosa di presentare una lista rosa che è riuscita a conquistare l’intera minoranza. La stessa cosa è successa a Vallepietra dove siamo entrati in consiglio con tre nostri rappresentanti mentre a Rocca Canterano i consiglieri eletti di Italia dei Diritti sono due.

A Pisoniano invece dove si contendevano i posti in consiglio 4 liste, siamo riusciti ad esprimere un nostro consigliere, stessa situazione a Castel san Pietro Romano con il candidato sindaco Aurelio Tartaglia, storico componente del movimento, che è riuscito a strappare un posto nel consiglio comunale della città del cinema, nonostante la presenza di 4 diverse fazioni politiche.

Una tornata elettorale quella appena trascorsa più che positiva per Italia dei Diritti – conclude Spinelli – che continua così la sua crescita, confermata anche dalle numerose richieste di adesione al nostro movimento che ci stanno pervenendo. Noi ci siamo, Italia dei Diritti c’è”. 

Torna su
RomaToday è in caricamento