"Roma città antifascita": mozione in Campidoglio. Dietrofront del M5s sulla strada ad Almirante

Il M5s ha presentato una mozione per impedire l'intitolazione di strade e beni pubblici a persone con idee antisemite o razziali o che siano "riconducibili al partito fascista"

Roma è antifascista, parola del Movimento cinque stelle. A pochi giorni dall'ok concesso per l'intitolazione di una strada a Giorgio Almirante, opzione poi annullata dall'intervento della Sindaca, i grillini del Campidoglio hanno cambiato idea. E lo hanno fatto  annunciando la presentazione di una nuova mozione che servirà a ribadire le radici democratiche della Capitale.

La nuova mozione

"Roma è e rimarrà una città orgogliosamente antifascista" si legge in un post pubblicato sulla pagina facebook del M5s di Roma. Per metterlo nero su bianco i pentastellati hanno scritto una mozione che sarà votata il 21 giugno. Il provvedimento impegna la sindaca "a non procedere all'intitolazione di toponimi o comunque di nomi di luoghi e strutture pubbliche ad esponenti politici portatori di ideologie riconducibili al 'disciolto partito fascista', o a persone che si siano esposte con idee antisemite e razziali".

Valori antifascisti anche nello Statuto Capitolino

Come tengono a sottolineare i curatori della pagina facebook del Movimento 5 stelle capitolino "Roma città aperta non tradisce le sue radici e la sua memoria che l'Aula ha il dovere di tramandare alle generazioni future, per questo motivo proporremo di inserire nello Statuto chiari riferimenti ai valori antifascisti della Capitale". In attesa che lo Statuto sia modificato, sarà votata questa mozione. Intanto si erano mossi anche gli esponenti di centrosinistra. Come hanno ricordato i capigruppo di  di RomaTornaRoma, Sinistra per Roma e Partito Democratico già "venerdi' 15 giugno era stata presentata una mozione - a loro firma -  per inibire l'intitolazione di strade o piazze a esponenti del fascismo o che si siano esposti per idee antisemite o razziali".

La promessa della Meloni

Niente strade da dedicare al leader missino, come avrebbero invece voluto i consiglieri di Fratelli d'Italia. "Quando sarò eletta sindaco, uno degli impegni che mi prendo è quello di intitolare una strada di Roma a un uomo che è stato fondamentale nella storia della destra italiana e nella storia della politica italiana“ aveva dichiarato Giorgia Meloni durante l'ultima campagna elettorale. La proposta che la leader di Fratelli d'Italia aveva avanzato , non sembra destinata a realizzarsi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento