La Campo Nomadi Spa a Roma costa 24 milioni di euro

Otto "villaggi della solidarietà" e dei tre "centri di raccolta rom", la conduzione delle operazioni di sgombero degli insediamenti informali e tutto l'indotto: ecco i risultati dell'indagine dell'Associazione 21 Luglio

A quattro giorni dall'appello del Papa, che ha individuato nella mancanza degli alloggi una delle cause della discrimazione contro i rom, e a pochi giorni dalla presentazione del bilancio di Roma Capitale, l'Associazione 21 Luglio irrompe nel dibattito con un'indagine destinata a fare notizia. La presentazione avverrà giovedì prossimo in Campidoglio, ma qualche dato è stato già diffuso dalla stessa associazione.

IL SISTEMA CAMPI - La '21 Luglio' parla senza mezze misure di "Sistema Campi". "L’Italia è conosciuta in Europa come il Paese dei campi e Roma, da quando, nel 1994, fu costruito il primo “campo nomadi”, è la città che più delle altre ha investito risorse umane ed economiche nella realizzazione del “sistema campi”".

I COSTI - Ma quanto costa segregare, concentrare e allontanare i rom? "A Roma", spiega l'associazione, "nel solo 2013, oltre 24 milioni di euro. È il dato, emblema del fiume incontrollato di denaro pubblico che confluisce nel “sistema campi”, che emerge dal rapporto “Campi Nomadi s.p.a.”".

OBIETTIVO DELL'INDAGINE - Obiettivo dell'associazione è quello di "portare allo scoperto i costi reali del 'sistema campi' nella Capitale, analizzando nei dettagli ogni singola voce di spesa relativa alla gestione degli otto “villaggi della solidarietà” e dei tre “centri di raccolta rom” e alla conduzione delle operazioni di sgombero degli insediamenti informali. Il rapporto vuole inoltre fare luce sul vasto indotto che si muove attorno alla gestione dei “campi rom” e che si alimenta attraverso l’erogazione di finanziamenti a pioggia, regolati in buona parte da affidamenti diretti, a più di 30 attori del terzo settore per la gestione di servizi assistenziali che quasi mai prevedono progetti di inclusione sociale".

BUONE PRATICHE - Ma l'associazione non si è limitata a fare i conti in tasca, ma ha evidenziato anche le buone pratiche "attraverso una comparazione tra buone prassi di superamento dei “campi nomadi” in due città italiane e le politiche praticate nella città di Roma nel 2013. Il rapporto si conclude con la presentazione di una proposta concreta per superare la “politica dei campi” nella città di Roma attraverso il coinvolgimento di cittadini rom e non rom in emergenza abitativa".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • La Asl Roma B a me dice che non ci sono fondi per poter mandare a mio figlio a un centro diurno ,è certe meglio spendere 24 milioni nei parassiti!!!!! grazie ancora per pensare ai problemi "reali".

  • 24 millioni per i rom ,ed io mi sento dire dalla Asl Roma B che non ci sono fondi per potere fare entrare a mio figlio disabile a un centro diurno ,certo sono spesi meglio con i rom !!,i parassiti vanno auitati le famiglie in dificoltà come la mia possono aspettare e aspettare!!! Nel governo ci deve essere gente che vive in famiglia le problematiche come la mìa ,per poter capire cosa vuol dire avere un ragazzo disabile di 14 anni ,non gente che pensa che aiutanto a queste persone fa del bene,il bene è pensare ai problemi veri della nostra città ,di chi ha bisogno di aiuto non di chi è un parassita.

  • Tutti questi soldi per i ROM? E perchè? Cosa danno loro alla comunità? A roma ogni giorno c'è qualche incidente causato da qualcuno di loro, che può girare con mezzi in condizioni pessime e guidare come fossero al GP, mentre se lo facciamo noi, ci becchiamo una bella multa? Le mie tasse servono a questo? E poi Marino rompe, i cosidetti, ai suoi dipendenti.....! Marino è meglio che te ne vai nn 6 un grado di fare il sindaco, nemmeno di Zagarolo!

  • Avatar anonimo di moira
    moira

    Basterebbe così poco per eliminare il problema alla radice...

  • Viva l'italia...dei delinquenti.....io pago senza aver diritti...e loro mantenuti....e spacciano..stuprano...rubano....sfruttano minori.....vendono donne e bambini.....w italia...

  • Con 24 milioni tradotti in lire 48 miliardi , quante case si possono costruire per chi ne ha diritto?

    • Infatti NON capisco perchè bisogna spendere anche un centesimo per persone che NON vogliono ne integrarsi ne rispettare le leggi del paese che li ospita ed inoltre spesso sono in possesso di ingenti quantità di denaro depositato nelle banche e nelle poste sotto forma di conti correnti ed altri investimenti, nonchè di auto di grossa clindrata!!!

  • In diritto, il problema affrontato dalla dottrina si è fondamentalmente incentrato sulla corretta definizione dell'ente non profit. Rispetto al tradizionale concetto di assenza di fini di lucro, già in rodato uso ad esempio per alcune persone giuridiche come la società cooperativa o l'associazione (casi nei quali residua, legittimamente, un almeno indiretto interesse personale dei soci o comunque dei sodali), la locuzione sottintende (nell'accezione più comune in Italia) che l'organizzazione abbia finalità vocatamente solidaristiche, che non vi sia distribuzione di utili ai soci, che anzi qualsiasi utilità prodotta (anche nella forma di beni o servizi) sia destinata con carattere di esclusività in favore di terzi, e che non svolga attività commerciali se non limitatamente ad azioni meramente strumentali al conseguimento degli scopi sociali.

    • esatto...quindi le associazioni di volontariato sono sottoposte a strettissimi controlli...e non credo che possano lucrarci sopra, ma possono avere persone che lavorano per loro, quello si.

  • 24 milioni che potrebbero essere reinvestiti nei trasporti e nella cultura e che invece non danno frutti. Bisognerebbe coinvolgerli in lavori socialmente utili in collaborazione con le varie associazioni che li tutelano da anni.

  • QUESTA ASSOCIAZIONE PARLA DI conti e bilanci??? bene guadate il loro!!!!! http://www.21luglio.org/wp-content/uploads/2013/09/Bilancio-2013_Associazione-21-luglio.pdf COME può un associazione di volontariato avere dipendenti ???? proprio perchè e di volontariato??? L’Associazione 21 luglio è un’organizzazione non profit impegnata nella promozione dei diritti delle comunità rom e sinte in Italia, principalmente attraverso la tutela dei diritti dell’infanzia e la lotta contro ogni forma di discriminazione e intolleranza. L’associazione, che è composta da rom e non rom, è apartitica, non ha fine di lucro, persegue il fine esclusivo della solidarietà sociale, umana, civile e culturale, in particolare nel rispetto dei principi della Convenzione Internazionale di New York sui diritti dell’infanzia. la cosa strana è che spende 120.000 € e ne incassa 320.000 € circa come da bilancio 2013 in disavanzo eccessivo per una no profit!!!! sono dati pubblici basta andare sul loro sito internet e leggere!! della serie fatevi una domanda e datevi una risposta!!!

  • premesso che ormai diffido delle associazioni onlus da anni in quanto tengono spesso sistematicamente i loro bilanci nascosti, NON capisco a prescindere il perchè lo stato tramite gli enti locali debba erogare servizi a persone CHE NON FANNO NULLA per essere come gli altri cittadini, anzi vogliono ricevere solo dando niente in cambio, tutto questo lo viviamo tutti i giorni in città , ai semafori nelle metro sui bus sui treni nei nostri quartieri e ancora continuate a parlare di ghettizzazione di questi signori??? TROPPO interesse nei loro confronti a scapito dei nostri esodati pemsionati disoccupati e precare FA PENSARE MALE!!!!!

  • ma tutti questi soldi dove vanno a finire? o sono gestiti male (e sono buona) o ....sono 'mangiati' da chi dovrebbe fare un lavoro e non lo fa!

Notizie di oggi

  • Attualità

    Baobab, i volontari: "Pronti a resistere, 57 persone ancora in strada". E con il Comune è guerra di numeri

  • Politica

    Ama, è caos bilancio: il collegio dei sindaci ritira l'ok. Bagnacani in bilico

  • Politica

    Multiservizi, slittano gli stipendi per 4000 lavoratori: "Ritardi nei pagamenti"

  • Ostia

    Ostia: spiagge pubbliche abbandonate dopo l'estate a Cinque Stelle, la denuncia

I più letti della settimana

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente via Portuense: maxi carambola, auto finisce sopra una seconda vettura

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

  • Blocco traffico Roma, domenica primo stop. Niente auto nella fascia verde: fermi anche i Diesel euro 6

Torna su
RomaToday è in caricamento