Giubileo, addio alle antenne sui tetti di Roma: incentivi per rimuoverle

La delibera è stata approvata oggi in maniera bipartisan dall'Assemblea capitolina. Tra gli incentivi, finanziamenti a fondo perduto fino a 5 mila euro, niente tassa per l'occupazione di suolo pubblico e detrazioni fiscali

Un milione di euro per il restyling dello 'skyline' della Capitale in vista del Giubileo. E' quanto stanziato nel bilancio di previsione 2015, con l'obiettivo di abbattere il milione e 300mila antenne che popolano i tetti di Roma tramite un finanziamento a fondo perduto da 3 a 5mila euro. Prevista inoltre l'eliminazione della tassa per l'occupazione suolo pubblico per i ponteggi e anche la restituzione del 10% dell'imposta sulla pubblicità che vi si potrà apporre (la quota parte solitamente destinata al Comune), da sommare all'incentivo statale sulla manutenzione straordinaria del 55% con detrazione fiscale Irpef. 

Sono queste le misure previste per i condomini che a partire da oggi e fino a dicembre 2017 riqualificheranno le facciate dei palazzi integrando allo stesso tempo i lavori con l'installazione di un'antenna centralizzata e la rimozione di quelle preesistenti, parabole comprese. La delibera è stata approvata oggi dall'Assemblea capitolina in maniera bipartisan con 23 voti favorevoli, 4 contrari e 6 astenuti. Il provvedimento prevede anche ulteriori incentivi se ai lavori, che dovranno avere durata massima di sei mesi per combattere i 'furbetti', si affiancheranno anche opere di bonifica dell'eventuale presenza di amianto o finalizzate al risparmio energetico. Già dall'apertura dei primi 100 cantieri su scala cittadina, inoltre, il fondo di un milione diventerà rotativo e si autofinanzierà.  

“L’approvazione da parte dell’Assemblea Capitolina della delibera “Tetti Puliti” è una buona notizia per tre ragioni" dichiara, in una nota, l’Assessore ai Lavori Pubblici di Roma Capitale Maurizio Pucci. "Perché è stata approvata con il concorso delle opposizioni superando divisioni ideologiche che non hanno fondamento quando sono in gioco gli interessi della città. Perché contribuisce a quel lavoro di ripristino del decoro che è uno dei principali obiettivi dell’amministrazione. Perché può dar vita a un circolo economico virtuoso dove una intelligente politica di incentivi riattiva pezzi di economia coinvolgendo direttamente i cittadini nella manutenzione e nel decoro. Per questo ringrazio tutti i consiglieri comunali, in particolare il Presidente del gruppo del Pd, Fabrizio Panecaldo, per l’ottimo lavoro svolto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

  • Incidente sulla Tiburtina, scontro tra una Panda e un bus Cotral: due morti

  • Trovata svenuta in strada a Porta Furba, muore in ospedale: la morte di Antonella Brunella è un giallo

Torna su
RomaToday è in caricamento