Inceneritore di Colleferro, la Regione a Raggi: "Indichi le alternative"

La Regione ha convocato una riunione per martedì 4 luglio presso l’assessorato regionale all’Ambiente, per "valutare la situazione del revamping dell'inceneritore di Colleferro"

La Regione ha convocato una riunione per martedì 4 luglio, alle ore 14, presso l’assessorato regionale all’Ambiente, per "valutare la situazione del revamping dell'inceneritore di Colleferro e le successive determinazioni per lo smaltimento del combustile derivato dal trattamento da rifiuto indifferenziato" viene spiegato in una nota. All'incontro sono invitati il Ministero dell'Ambiente, il Sindaco della Città Metropolitana, la Società Lazio Ambiente, la Ep Sistemi e i primi cittadini della Valle del Sacco.

Riaccensione inceneritore Colleferro: le polemiche

La notizia ha suscitato non poche polemiche. Una linea dell'impianto è di totale proprietà della società regionale Lazio Ambiente, la seconda della Ep Sistemi che vede la prima in società con Ama, con quest'ultima al 40 per cento. Il sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna, ha promesso battaglia e i cittadini  hanno indetto per sabato 8 luglio una manifestazione che sta raccogliendo, giorno dopo giorno, la solidarietà di numerosi comitati e realtà, dalla Valle del Sacco fino a Roma. "Leggiamo le cronache di questi giorni e registriamo preoccupazione. Riteniamo, a tal proposito, di dover chiarire alcuni punti" prosegue la nota. "La Regione Lazio non ha alcuna intenzione di prevaricare le legittime aspettative di tutela e risanamento ambientale del territorio della Valle del Sacco. Il Sin, fortemente voluto da questa amministrazione regionale e per il quale non ha esitato ad intraprendere battaglie giudiziarie pur di ottenerne il riconoscimento, è un punto di lavoro decisivo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Regione chiede a Raggi di indicare le alternative

La Regione "ha ritenuto necessario procedere alla messa in sicurezza dei due impianti attraverso il revamping per la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini vista l’obsolescenza di alcune parti dell’impianto e i potenziali rischi ambientali derivanti dallo stesso" spiega ancora la nota. "Ribadiamo, in ogni caso, la non volontà della Regione di prevaricare le legittime aspettative dei territori; siamo dunque disponibili ad un confronto sul revamping degli impianti, condividendo tale decisione con il Ministero, le Società, i Sindaci, la Sindaca della Città Metropolitana di Roma, Virginia Raggi". In merito a quest'ultima la Regione spacifica: Raggi "certamente, dovrà chiarire le eventuali alternative agli impianti di Colleferro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento