Incendio a Castel Fusano: "Disastro annunciato. Raggi non è l'unica incapace"

I pentastellati: "Il nostro lavoro sta dando i suoi frutti e comincia seriamente a dare fastidio". I Verdi: "Pineta abbandonata dal Comune". Poi la polemica sulla Protezione Civile

Foto Ansa

L'incendio nella pineta di Castel Fusano, dopo tre giorni, è ancora vivo. I canadair e gli elicotteri continuano a volare sul litorale mentre la Colombo resta chiusa. Nel frattempo, mentre inizia la prima conta dei danni [qui tutti gli aggiornamenti di oggi], impazza la polemica politica forse spinta anche dal vento di prossime elezioni nel X Municipio. Un dibattito iniziato subito dopo l'incendio con il botta e risposta tra la sindaca Virginia Raggi e la Protezione Civile regionale per la tempistica dei primi soccorsi

Il rimpallo sulla competenza di Castel Fusano

Un rimpallo che ha origini dalle competenze. In base al decreto ministeriale del 29 marzo del 1996 la pineta del Castel Fusano per legge è affidata al Comune di Roma. Ed è proprio questo il versante su cui punta il dito Angelo Bonelli dei Verdi, ex consigliere di spicco anche nel municipio di Ostia: "Sono incazzato come la stragrande maggioranza dei cittadini nel vedere andare in fumo il nostro patrimonio e il ping pong sulle responsabilità è stucchevole", tuona a RomaToday

Nell'ultimo mese e mezzo, tra Castel Fusano e Acque Rosse, ci sono stati 15 roghi. Quasi tutti dolosi. Nella pineta più grande del litorale, poi, ci sono solo due autobotti per il servizio giardini ma per Bonelli non basta: "Se io fossi stato sindaco avrei chiesto al Prefetto di convocare d'urgenza il comitato per l'ordine e la sicurezza. E' un disastro annunciato che denota l'incapacità non solo della Raggi, ma di buona parte della pubblica amministrazione che non ha sviluppato una cultura di prevenzione antincendio".

"Dal 2006 nessuna prevenzione nella pineta di Ostia"

Bonelli, da assessore all'ambiente della Regione Lazio, aveva militarizzato l'area: "Con l'allora sindaco di Roma Walter Veltroni abbiamo fatto un grande lavoro i prevenzione e operatività. Tra il 2005 e il 2006 sconfingemmo i piromani in quell'area. La cosa principale fu dividere la pineta in quadranti sorvegliati costantemente da operatori della forze dell'ordine, con con l'ausilio di uomini a cavallo di Polizia e Carabinieri. - sottolina ai taccuini di RomaToday - Poi ronde con squadre di Vigili del Fuoco, Polizia Locale ed Esercito. Posizionammo anche una postazione fissa con un elicottero della Protezione Civile che faceva base a Castel Fusano che si riforniva, di acqua dolce contenuta in una vasca speciale, per spegnere subito eventuali roghi". 

Non solo. "A Pantano (la zona dell'ex Dazio) c'era anche una unità fissa di crisi che monitorava costantemente l'area. Così riuscivamo a fare prevenzione ed essere pronti a fermare i piromani. Da Alemanno sindaco in poi, però, questo piano non fu più attuato". 

L'incendio della Pineta di Castel Fusano ripreso dall'elicottero dei vigili del fuoco [il video]

Baracche e discariche a cielo aperto a Castel Fusano

La pineta di Castel Fusano, nel frattempo, continua a bruciare. Fiamme che, nel maggior parte dei casi, trovano sfogo sfruttando il degrado tra baracche, discariche e sterpaglie. La manutenzione e tutela del parco urbano spettano al Comune ma la vasca nella pineta di Ostia, quella a cui faceva riferimento Bonelli, è diventata una discarica. Al posto dell'acqua, si possono trovare frigoriferi, televisori e materassi. O almeno era così prima dell'incendio. Nel cuore di Castel Fusano, inoltre, fioccano tende e rifugi di fortuna. Da contorno, incivili, lasciano sul prato, marrone, i resti dei loro pic-nic.

pineta-2

I danni dell'incendio del 17 luglio 

Bonelli, che non si toglie dalla testa l'incendio del 2000, è preoccupato: "Temo che, a livello di numeri di ettari distrutti, ci stiamo avvicinando al dramma vissuto 17 anni fa. La riqualificazione dell'area sarà difficile anche perché il terreno in pochi anni è stato devastato. In più va aggiunto che canadair e elicotteri stanno gettando migliaia di litri di acqua salata, che non aiuta la vegetazione". [Qui il video dei danni nella pineta di Castel Fusano]

Poi l'attacco: "Non comprendo come Raggi non abbia alzato il livello di sicurezza dopo i tanti incendi avvenuti in un mese. Così come trovo assurde le dichiarazioni di Ferrara che parla di complotto anti grillini. Il Comune di Roma non ha ancora aggiornato il catasto degli incendi. La pineta di Castel Fusano è terra di nessuno".

La Procura: "Incendio innescato da mani inesperte"

"Incendi anti-M5S", la replica: "Ridicoli"

D'altro canto il Movimento 5 Stelle non ci sta. "Il nostro lavoro sta dando i suoi frutti e comincia seriamente a dare fastidio a tutti coloro che, nel recente passato, hanno sguazzato nel torbido. - dicono in una nota capogruppo capitolino del M5S Paolo Ferrara e la delegata della Sindaca per il X Municipio Giuliana Di Pillo (M5S) - Abbiamo ricondotto alla regolarità un servizio, quello della cura del verde, che da sempre è stato territorio di conquista delle organizzazioni criminali. Evidentemente qualcuno vuole farcela pagare".

"Dietro a incendi sul litorale c'è la mano di una regia particolare?", domandano i pentastellati gridando, quasi, al complotto. Illazioni rispedite al mittente anche dal Partito Democratico che definisce "ridicoli i presunti complotti anti-M5S" e con la capogruppo del Pd in Campidoglio, Michela Di Biase, in Assemblea capitolina, incalza puntando i fari anche sulla questione relativa alla gestione della Protezione Civile di Roma: "Chiedo che la sindaca Raggi venga a relazionare in Aula su Castel Fusano e su quali azioni intenda intraprendere". "La sindaca è già alle prese con questa emergenza e sta riferendo ai cittadini di Ostia", ha replicato il presidente dell'Assemblea, Marcello De Vito. La situazione ad Ostia, nel frattempo, resta delicata.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Ora solare 2019: ecco quando spostare le lancette

Torna su
RomaToday è in caricamento