Casal Selce, un impianto Ama per il compost? Il terreno è vincolato e di proprietà della Regione

Lo scorso luglio l'illustrazione del progetto ai cittadini del XIII municipio

Operatore Ama, foto Ansa

L'impianto di compostaggio a Roma ovest non s'ha da fare, o almeno le carte rivelano più di un ostacolo. Il progetto prevede un mega capannone industriale su un'area di circa 10mila metri quadrati in via di Casal Selce per ospitare un impianto di compostaggio dove trasformare l'umido in fertilizzante (60mila tonnellate di organico lavorato in un anno), uno di riciclaggio di multimateriale leggero (plastica e lattine per 80mila tonnellate l'anno) e un centro servizi con un'isola ecologica. 

Insieme a una struttura analoga in programma a Cesano, nel XV municipio, l'impianto rientra tra le strategie del piano rifiuti della giunta Raggi mirato, insieme all'incremento della raccolta differenziata, a dotare la città di un ciclo di smaltimento autonomo. L'assessore M5s Pinuccia Montanari, con il dg di Ama Stefano Bina, ha illustrato il progetto alla cittadinanza durante un'assemblea pubblica il 7 luglio scorso

Ancora è un'ipotesi che - questa la promessa - sarà oggetto di un "processo partecipativo" con il territorio, come riporta la risoluzione n.30 del 1 agosto votata in Consiglio municipale. Nello stesso atto però si fa esplicito riferimento a "un'area di proprietà del Comune di Roma". A quanto invece riporta la visura catastale del terreno, che RomaToday ha potuto visionare, la proprietà è della regione Lazio. E la strada, via di Casal Selce, rientra nei nuovi vincoli paesaggistici per l’Agro romano apposti dalla Pisana nel 2015 con approvazione della dichiarazione di "notevole interesse pubblico paesaggistico" insieme alla zona del fosso della Quistione e Tenuta della Massa Gallesina lungo la via Aurelia. Eppure Montanari, nelle ore della firma del contratto ponte con Colari e nel tornare a spiegare le future strategie di smaltimento almeno per quanto riguarda la differenziata, ribadisce: "Abbiamo individuato le aree per gli impianti di compostaggio e riciclo". Nessun accenno al vincolo di Casal Selce e a come, eventualmente, superarlo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le carte parlano chiaro, al momento sull'area è impossibile la costruzione dell'impianto" commentano Maurizio Politi, consigliere di Fratelli d'Italia in Campidoglio e Raimondo Fabbri, esponente del partito di Giorgia Meloni, che già si erano opposti in fase di lancio del progetto chiedendo dettagli e informazioni ad Ama. "Siamo di fronte all'ennesima buffonata di una giunta comunale e municipale composta da incompetenti, che prima annuncia e dopo forse compie le verifiche. Ci auguriamo un immediato chiarimento da parte della Giunta Raggi e soprattutto che invece di parlare di nuovi impianti senza compiere le dovute verifiche, ci si occupi di una dirigenza ama, scelta dal M5S, che nell'ultimo anno ha prodotto solo disastri senza presentare un piano industriale credibile"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento