Rifiuti, ecco gli impianti per il compost: "Così scende la Tari e il Comune risparmia 5 milioni l'anno"

Ama stima di passare dalle attuali 28mila tonnellate trattate a Maccarese alle 120mila da lavorare in loco

Conferenza stampa di presentazione

L'iter è partito. Con il deposito dei progetti da parte del Comune di Roma, la palla è in mano alla Regione che dovrà dare la sua autorizzazione tramite la Valutazione di Impatto Ambientale. Stiamo parlando dei due impianti di compostaggio aerobico che il Campidoglio a Cinque Stelle vuole realizzare a Osteria Nuova (municipio XV) e a Casal Selce (municipio XIII), per trattare in loco la produzione della frazione umida dei rifiuti, da trasformare in compost e riutilizzare in agricoltura. Risparmio per il Comune, che con la filiera corta spenderà meno rispetto alla lavorazione fuori Roma, risparmio per i cittadini che pagheranno meno Tari (tassa sui rifiuti), e benefici sul piano ambientale. Questi gli obiettivi finali. 

"Il nostro modello è stato l'impianto Lipor, in Portogallo, premiato dalla Comunità europea" spiega l'assessore all'Ambiente Pinuccia Montanari. Che ci tiene subito a chiarire: "Non si tratta di discariche, ma di luoghi che non producono odori, dove trasformare gli scarti e i materiali post consumo in materiali che danno di nuovo vigore alla nostra terra che spesso soffre per la desertificazione"

Niente miasmi dunque, che è poi la paura dei cittadini abitanti della zona. Ma strutture a basso impatto ambientale - questa è la garanzia - con progetti che prevedono anche una riqualificazione urbana delle aree interessate, tra orti urbani, centri di riuso creativo e isole ecologiche. "Su 70mila metri quadrati a Cesano solo 20mila saranno destinati a un capannone dotato di biofiltri - prosegue la responsabile del verde capitolino - mentre il resto sarà destinato a servizi per i cittadini". Addirittura a Casal Selce i cittadini potranno godere di un parco con un piccolo laghetto. 

Tempi e costi? "Stimiamo che non ci vogliano più di nove mesi per fare tutte le valutazioni necessarie e avere l'autorizzazione necessaria, siamo certi che il clima sarà collaborativo" commenta il presidente e ad di Ama Lorenzo Bagnacani. Mentre per costruire le due strutture ci vorranno 34 milioni di euro. A fronte però di un "risparmio di oltre 5 milioni di euro all'anno" e della lavorazione di compost per "120mila tonnellate tra avanzi di cucina e potature", dalle attuali 28mila trattate nell'impianto di Maccarese. E il progetto è toccare le 380mila nel 2021 quando, da piano rifiuti firmato Raggi, la differenziata raggiungerà l'ambizioso tetto del 70 per cento. 

Gli impianti, e Bagnacani lo specifica, "sono solo l'inizio. Faremo di più per essere completamente autosufficienti. Questi impianti sono solo una parte del piano industriale Ama". Che va necessariamente di pari passo con l'estensione della raccolta differenziata a tutta la città. Intanto il modello di porta a porta con microchip testato al Ghetto, arriverà a stretto giro nel VI e nel X municipio. Insomma, "è l'intero sistema industriale che porterà all'abbassamento delle tasse e all'autosufficienza".   

Esulta il presidente della commissione Ambiente Daniele Diaco: "Finalmente non parliamo più di discariche o di inceneritori nè di logiche monopolistiche". E sul vincolo paesaggistico di via di Casal Selce (rientra nel perimetro dell'agro romano dal 2015), che RomaToday ha più volte messo in luce, Bagnacani si dice sicuro che in Conferenza dei servizi verrà superato. D'altronde "tutta Roma è vincolata e ogni volta che piantiamo un albero dobbiamo consultare la Sovrintendenza". 

Ma il Campidoglio dovrà fare i conti anche con le proteste dei cittadini. Diverse le rimostranze già emerse sia sul XV che sul XIII municipio. Qui, durante un incontro dello scorso luglio, le istituzioni avevano promesso un percorso partecipato per informare e interpellare i cittadini. In perfetto stile M5s che della democrazia dal basso ha fatto una delle sue principali bandiere. Ancora però non c'è stata nessuna consultazione. L'assessore Montanari garantisce: "Si farà a breve, daremo una comunicazione ufficiale". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento