Il giornalisti chiedono dei rifiuti romani e Grillo li insulta: "Siete i responsabili veri del degrado mentale del Paese"

Poi ancora sulla Capitale: "Ogni municipio di Roma deve essere un piccolo comune e deve avere le risorse per gestire il proprio spazio"

Beppe Grillo (Immagine d'archivio)

"Siete i responsabili veri del degrado mentale, di pensiero di questo Paese". Così Beppe Grillo, a margine di un incontro della Novamont, si rivolge ai giornalisti che gli chiedevano della situazione dei rifiuti di Roma.  

"La Capitale d'Italia, la più bella città del mondo deve avere un corridoio fiscale, come Madrid e Londra" aggiunge Grillo. La capitale non può "affondare nel debito che è stato rilevato, non l'abbiamo creato". Secondo il comico, "ogni municipio di Roma deve essere un piccolo comune e deve avere le risorse per gestire il proprio spazio".

Poi, a chi gli chiede se il M5s si sta biodegradando, risponde: "E' un processo inevitabile per qualsiasi cosa. Tutto si biodegrada. Nulla si crea, nulla si distrugge e tutto si trasforma in qualcos'altro, ecco perché anche il Movimento è dall'origine biodegradante". Quindi sottolinea: "E' la biodegradazione del pensiero che mi preoccupa di più".

Come sempre il capo spirituale del Movimento non le manda a dire. Un rapporto a dir poco conflittuale da sempre quello con la stampa, fatto di sfottò, battute e insulti spesso rivolti ai giornalisti dal guru pentastellato. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento