INTERVISTA | Alemanno: "Ho fatto molto meglio di Raggi. Le buche? La situazione è precipitata"

L'ex sindaco di Roma ai taccuini di RomaToday. Il 21 aprile la manifestazione #bastabuche a bordo di moto e scooter

Gianni Alemanno (Foto Ansa)

Ex sindaco della Capitale dal 2008 al 2013, nel mirino degli attacchi grillini che lo buttano quotidianamente nel calderone delle fallimentari "amministrazioni precedenti", Gianni Alemanno, leader del Movimento Sovranista, ha organizzato il 21 aprile, per il Natale di Roma, una manifestazione contro le buche. A bordo della moto che già lo vide protagonista da primo cittadino, in tour notturni anti prostitute dietro alle volanti della municipale, partirà da Ponte Milvio e arriverà sotto il Campidoglio. Ma nei cinque anni di governo della Città Eterna, ammette lui stesso, non è riuscito a risolvere il problema: "Servono risorse ingenti, la colpa è anche del governo nazionale". 


Ha organizzato un corteo su due ruote per dire basta alla buche. Che suggerimento si sente di dare alla sindaca Virginia Raggi?

E' una questione che ha radici antiche, nessuno dice che è colpa del Movimento Cinque Stelle. Nemmeno noi siamo riusciti a risolvere il problema, ma oggi il quadro è terribilmente peggiorato, direi che è catastrofico. Le consiglio di aggiudicare al più presto le gare pubbliche. 

Perché ci vuole così tanto tempo per assegnare i bandi? Che idea si è fatto?

Nell'amministrazione sono tutti terrorizzati, nessuno vuole assumersi responsabilità, la burocrazia è ferma. E poi la Raggi non ha nemmeno menzionato il problema buche nel suo programma elettorale. 

Però lei stesso ha detto che non siete riusciti nemmeno voi a risolvere il problema...

Sì perché mancano le risorse economiche per intervenire. Non ci sono soldi. Uno studio dell'Acer (l'associazione dei costruttori edili, ndr) stima che ci vorrebbero 250 milioni di euro l'anno per tre anni, fondi che a Roma sono sempre mancati, infatti non attacchiamo solo la Raggi ma anche il governo nazionale. 

Che voto dà a Virginia Raggi? 

Essendo un ex sindaco non mi sento di dare voti agli amministratori attuali. Non posso darlo. Ma mi pare che Roma non siamo mai stata in queste condizioni.

Quindi pensa di avere amministrato meglio del M5s nei primi due anni del suo governo?

Sì assolutamente. 

Le dà fastidio essere il capro espiatorio di quel che non va in città? 

Non sopporto lo scarica barile. Mi pare ridicolo. Parlando di buche, se almeno il Movimento Cinque Stelle avesse tentato in qualche modo di fronteggiare il problema...

In un recente scherzo alle Iene lei ha dichiarato: "Roma è bombardata, neanche sotto di me era così". Ci spiega meglio cosa intendeva dire?

Che se spegni le luci e giri per la città di notte sembra una città in stato di guerra. Tra spazzatura per strade, buche, degrado. 

Leggerà testi di canzoni di Francesco Guccini durante un reading in un ristorante di via Emanuele Filiberto. Parliamo di uno dei "mostri sacri" della cultura operaia di sinistra. Ci siamo persi qualcosa?

E' un'iniziativa satirica, contro una sinistra che ha perso i suoi riferimenti, ha abbandonato il popolo per abbracciare il libero mercato e la globalizzazione. E poi i grandi poeti sono grandi poeti al di là dell'appartenenza politica. Gli ideali della rivoluzione ci sono sempre piaciuti. E' la sinistra che li ha dimenticati, ha dimenticato il popolo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento