Raggi alla cerimonia in ricordo di Giacomo Matteotti: "Esempio di difesa della libertà"

Alla cerimonia anche la presidente del II municipio Francesca Del Bello

FotoFacebook Anna Vincenzoni

Cerimonia per il 94esimo anniversario dell'uccisione di Giacomo Matteotti questa mattina sul Lungotevere Arnaldo da Brescia, nei pressi del monumento in suo ricordo. Il deputato socialista venne rapito il 10 giugno del 1924, pochi giorni dopo aver denunciato in Parlamento le violenze che avevano accompagnato le elezioni che portarono Benito Mussolini al potere, e poi ucciso. A ricordarlo a sindaca Virginia Raggi. Con lei, tra gli altri, la vicepresidente del Senato, Paola Taverna, la presidente del II municipio, Francesca Del Bello, Angelo Sabatini, presidente dell'associazione Giacomo Matteotti. 

"Dopo quel 10 giugno del 1924 seguirono anni bui e terribili ed è nostro dovere ricordare e rendere omaggio ad un uomo e un politico che, ancora oggi, è un grande esempio di difesa della libertà" le parole della prima cittadina. "Giacomo Matteotti denunciò violenze e brogli dell’Italia fascista. E per questo perse la vita. Le sue idee e il suo coraggio non devono essere dimenticati. Anzi devono essere un modello per tutti noi e per le nuove generazioni. In lui i giovani possono ritrovare un esempio di grande spirito civile. Non dimentichiamo che l’Italia deve molto a chi, come lui, ha lottato fino alla fine per difendere la libertà e la democrazia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento