Funivia, polemica sullo stralcio dei fondi ma Meleo assicura: "Si va avanti"

Al centro, i soldi per la progettazione dell'opera. Quelli per la realizzazione ancora non ci sono

Nella manovra di assestamento di bilancio licenziata dalla Giunta capitolina i fondi sono stati stralciati. Ma l’assessora ai Trasporti Linda Meleo assicura: “L'iter per la realizzazione della funivia Casalotti-Battistini va avanti”. È polemica su uno dei progetti trasportistici simbolo delle promesse elettorali del Movimento cinque stelle. Nel documento economico che presto verrà sottoposto all’esame dell’Aula, infatti, i fondi per la progettazione dell’opera sono stati stralciati. 300 mila euro per il “sistema di trasporto a fune sospesa” ai quali se ne aggiungono altri 158.600 euro per il cosiddetto ‘people moover’, il “sistema di trasporto a fune terrestre tipo ‘minimetro’”, che dovrebbe collegare la stazione della linea B1 ‘Jonio’ e il quartiere Bufalotta. Il motivo? “Impossibilità di attivare le procedure di affidamento entro il 31 dicembre 2018”. 

Insorge l’opposizione. "Le nuove normative sui bilanci impongono agli enti locali di finanziare solo ciò che si riesce a spendere. Così dall'assestamento di metà anno sparisce tutto ciò che l'Amministrazione Raggi non riesce più a concretizzare entro il 2018” denunciano le consigliere capitoline del Partito Democratico Valeria Baglio, Ilaria Piccolo e Giulia Tempesta. “Vengono così allo scoperto l'incapacità e l'improvvisazione nascoste finora da una potente macchina propagandistica”. 

L’assessora Linda Meleo però respinge le accuse e assicura: "L'iter per la realizzazione della funivia Casalotti-Battistini va avanti. Nell'ultimo assestamento di Bilancio sono stati eliminati 300 mila euro per la progettazione, solo perché le risorse sono già presenti nella parte corrente di bilancio, come corrispettivo per la nuova convenzione con Roma Metropolitane” ha spiegato. “Fondi previsti e accantonati, quindi, nessuna perdita. Questo non vuol dire che il processo subirà una brusca frenata, né tantomeno che la funivia non sarà realizzata”. In altre parole, spiega l’assessora, i fondi sono stati spostati dal capitolato destinato agli investimenti e inseriti nella spesa destinata alla nuova convenzione di Roma Metropolitane.  

Tutto risolto? Non proprio. La convenzione di cui parla Linda Meleo, oggetto nelle scorse settimane di dure critiche da parte dei vertici dell’azienda controllata dal comune di Roma, non è ancora stata approvata e l’azienda, i cui conti sono stati salvati in extremis, a un passo dalla paralisi, con una delibera lo scorso 4 luglio, naviga a vista. L’ostacolo più grande per l’amministrazione capitolina però riguarda i fondi per la realizzazione delle due opere, stimati in circa 100 milioni di euro per il people moover e 90 milioni per la funivia. Questi soldi ancora non ci sono e senza lo stanziamento anche la fase di progettazione definitiva è destinata a slittare. Lo si legge anche nel documento di assestamento di bilancio: è ‘impossibile’ che le procedure di affidamento partano entro il 31 dicembre del 2018. Secondo quanto appreso da Romatoday, i tempi non sono certi e il crono programma subirà un rallentamento. La sindaca Virginia Raggi e l’assessora Linda Meleo sperano di poter ottenere buona parte dei fondi dal Governo. Ma l’incontro tra le due e il ministro delle Infrastrutture, il pentastellato Danilo Toninelli, avvenuto nelle scorse settimane, ancora non ha dato frutti concreti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Accoltellato fuori dalla stazione Termini, la Questura indaga su movente religioso. Salvini: "Più controlli nei luoghi islamici"

  • Tor Sapienza

    Orti, boschi urbani e una Casa delle arti e dei mestieri: così rinascerà il Parco Giorgio De Chirico a Tor Sapienza

  • Cronaca

    Prati: molotov contro sede della Lega a Pasquetta. "Non ci faremo intimidire"

  • Politica

    Il debito di Roma mette alla prova il Governo: in consiglio dei ministri il decreto crescita, Lega e M5s divisi

I più letti della settimana

  • È morto Massimo Marino, personaggio cult delle notti romane

  • Giustiniana, bimbo di 8 anni precipita dal quinto piano

  • Perde controllo dell'auto e si ribalta in una cunetta, tre feriti. Due sono gravi

  • Scuola: 18 istituti della Capitale restano aperti anche per Pasqua

  • Amazon apre a Settecamini: nuovo deposito smistamento a Roma, previsti 115 posti di lavoro

  • Valmontone: scontro auto-moto, due feriti. Una è la moglie di Cerci

Torna su
RomaToday è in caricamento