Fuksas 'abbandona' la sua nuvola. M5S: "Novecento anni di stipendio per non realizzarla"

Il contratto con l'archistar è scaduto e non è stato rinnovato. Il gruppo pentastallato in Campidoglio si scaglia contro il compenso assegnato al progettista della Nuvola e annuncia un'interrogazione al sindaco Marino

Un contratto scaduto e non rinnovato che ha lasciato una lunga scia di polemiche. Parliamo dell'accordo tra Fuksas ed Eur spa scaduto di recente. Il progetto, come confermato dal presidente di Eur Spa Borghini, verrà comunque portato a termine entro il 2015.

L'ultimo attacco in ordine di tempo è quello odierno del Movimento Cinque Stelle che si scaglia contro l'archistar, chiedendo conto al sindaco, attraverso un'interrogazione, dei costi dell'opera

"Quasi 20 milioni di euro", attacca il gruppo grillino in Campidoglio. "Questa è l’incredibile cifra che  Massimiliano Fuksas ha ricevuto da Eur S.p.A. per la realizzazione della discussa opera chiamata “la Nuvola”. Ancora più incredibile, appare la circostanza che un compenso di tale entità, corrispondente ad oltre 900 anni di stipendio di un impiegato comunale e talvolta di un architetto “qualsiasi”, sia stato ritenuto insufficiente dal diretto interessato. Lo scorso 30 novembre, infatti, è scaduto il contratto di consulenza per la direzione artistica dell’opera, che Fuksas aveva in essere con la società committente la quale, a fronte di infiniti ritardi sui tempi di consegna, raddoppio dei costi iniziali e varianti in corso d’opera ascrivibili all’imperizia dello stesso architetto, ha ritenuto opportuno non prorogare la consulenza d’oro che aveva il costo di “soli” 50 mila euro al mese!"

Il Movimento Cinque Stelle prosegue: "Tale decisione ha indispettito l’architetto “proletario” Fuksas al punto da indurlo a ventilare l’ipotesi di ritirare la sua “pregiata” firma dall’opera. Per tali ragioni, che rappresentano l’ennesimo schiaffo in faccia a tutti quei cittadini/contribuenti di Roma che faticano ogni santo giorno per arrivare alla fine del mese, il gruppo consiliare capitolino del M5S ha presentato oggi un’interrogazione al Sindaco di Roma Capitale, Ignazio Marino, affinché venga fatta luce, una volta per tutte, oltre che sui faraonici compensi dell’Architetto Fuksas, anche sulle responsabilità all’origine dei ritardi e dell’aumento dei costi. La lotta agli sprechi, infatti, continua ad essere una priorità assoluta per il Movimento 5 Stelle che non si stancherà mai di dare voce a tutte le persone oneste che non ne possono più dei continui sperperi di denaro pubblico cui i nostri amministratori ci hanno abituati".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Fuksas è il classico architettozzo di regime che ha molte più liaisons politiche che meriti artistici. Non è nemmeno lontanamente paragonabile a persone come Zaha Hadid, Norman Foster, Santiago Calatrava. Se proprio c'era bisogno di dare il progetto a qualche italiano, avrebbero potuto scomodare Renzo Piano o Vittorio Gregotti. Ci aveva visto lungo Verdone con la battuta "A Fuksas! A testa de..."

    • Avatar anonimo di Enrico Masala
      Enrico Masala

      Vittorio Gregotti? quello dello ZEN di Palermo? sei sicuro i quello che dici? dai, pensa un pochino prima di parlare. 

  • Mi sembra giusto da parte delle amministrazioni (in questo caso M5S) pretendere chiarimenti! L'architettura deve essere al servizio dei cittadini, del loro sentirsi tali e delle loro necessita' quando vivono uno spazio comune. Le travi d'acciaio ripiegate della Nuvola, come in un'esplosione disordinata, non mi rappresentano. Forse sono solo la materializzazione dell'ego distorto di un architetto a cui e' stato concesso, a nostre spese, di esprimersi.

  • Intanto mi auguro che il "governo" di questo "Paese allo sbaraglio" non si faccia venire in mente di mettere denaro in questo "fumo" più che in una nuvola della quale nessuno a Roma sentiva il minimo bisogno. Tanto più che EUR S.p.A. - sulla quale società e sui quali associati sono stati sprecati fiumi e fiumi di parole e di supposizioni - rappresenta già essa stessa un altro grosso problema della città di Roma. Da un punto di vista architettonico la nuvola - che molti cittadini speravano di visitare nella scorsa estate in occasione delle visite guidate di una delle tante manifestazioni culturali della capitale senza averne l'opportunità non essendoci proprio nulla da vedere! - sta all'eur come un elefante sta ad un negozio di porcellane. La nuvola di Fucksas è un obbrobrio indicibile, un mostro dai costi e dalle sperpero di materia prima giammai compatibili con le attuali possibilità di un Paese che si sta ripiegando su se stesso da troppo tempo. Basti dire che per la pavimentazione di tutta quella che viene definita la "piazza" (tutto il piano di accesso da parte a parte) è previsto l'utilizzo di travertino!!! Senza pensare che si sa, proiezioni alla mano, che le linee di trasporto pubblico (metro e autobus) sono miseramente sottodimensionate per l'afflusso di utenti che tutti i giorni dell'anno dovrebbero convergere per i motivi più disparati sul sito. Senza pensare che per realizzare gli spazi dei piani superiori sono previste tecnologie costosissime, che già nelle fasi precedenti sono state progettate e realizzate per la prima volta direttamente sul posto perché inesistenti in precedenti casi "architettonici" mondiali! La sinistra del piffero, la sinistra che spreca miliardi in opere ciclopiche per la follia autoreferenziale del demente di turno, la sinistra che mentre lascia giacere privi di vita gli edifici dei mercati generali, benché restaurati, e la zona limitrofa completamente abbandonata da decenni all'incuria - rendendo finanche ridicolo un ponte che avrebbe avuto un suo perché anche con l'acquisizione di gran parte degli edifici inutilizzati di Viale Ostiense (ENEL, ITALGAS, Centrale Montemartini etc) destinando finalmente tutto un unico quadrante ad un'opera che costituisse un unicum irripetibile ha preferito istituire in tutto e per tutto una vergognosa "università dei poveri" connotata a macchia di leopardo tra accampamenti rom, botteghe oscure di rigattiere, alimentaristi di periferie e cortili maleodoranti di canne e sofficini FINDUS autocelebrandosi al contempo attraverso questi orribili e sgradevolissimi mostri dalla genesi incerta ma comunque estranei ai cittadini di tutti i giorni questa sinistra ha definitivamente strarotto le scatole. Che vada al diavolo Fucksas con il suo mortuario delirio di onnipotenza senile, che vadano al diavolo i soliti noti arricchiti cultural-pezzenti che continuano a spartirsi le spoglie di un quartiere assassinato dall'incuria e dall'interesse privato, che vadano al diavolo le spese pazze perpetrate da amministrazioni corrotte di destra come di sinistra, che vada al diavolo Veltroni che tanti danni ha fatto a Roma e c'ha ancora il coraggio di comparire in televisione esprimendo opinioni. Piuttosto pulite e asfaltate seriamente le strade di questa città da america latina, ritirate l'immondizia che paghiamo come bene di lusso, dateci i servizi pubblici mondati dai morbi rivoltanti che rischiamo di contrarre tutti i giorni con il n ostro, non vostro, servizio pubblico, derattizzate i quartieri ed i parchi, ridateci la nostra dignità lasciando la grandezza a chi se la può permettere. La testa tra le NUVOLE - ma quelle vere - i romani ce l'avrebbero già del loro se voi non glielo impediste con il vostro malgoverno

  • ...a che serviva poi uno scempio del genere..forse perchè Fuksas ha i suoi buoni agganci istituzionali che gli consentono di materializzare in tutti i sensi le sue follie...mi spiace per la tasca di Pantalone..che paga sempre

  • ma dai chi lo avrebbe mai detto che si lucrava sulle costruzioni...uqi a Roma poi, mai si è mangiato con le tasse pagate da noi cittadini utilizzando la scusa di costruire qualcosa,

  • Caro Architetto Fuksas ...aridacce li sòrdi !!! Più che una Nuvola questa è una MEZZA BUFALA !!!

    • Mettigli il sale sulla coda...a lui ed ai suoi compensi folli....vedi che li restituisce..come se li paga gli stravizi.....tanto ripeto ha pagato Pantalone

  • Purtroppo la "Nuvola" e il Palazzetto dello Sport di Tor Vergata sono i regali del Sindaco Veltroni che ci portiamo dietro come eredità! E' bello fare il "proletario" di sinistra con 50 mila euro al mese e 20 milioni pèer un progetto fantascentifcio di cui Roma non aveva alcun bisogno! Ci dovrebbe ridare i soldi lui, altro che ritirare la "sua" firma... Non dovrebbe essere la Nuvola di Fuksas, ma la "nuvola" dei contribuenti che l'hanno sovvenzionata!

Notizie di oggi

  • Politica

    Rifiuti a Saxa Rubra, è 'cortocircuito' grillino: così il XV ha risposto 'No' ad Ama e Comune

  • Incidenti stradali

    Incidente via Colombo: scontro tra tre auto. Quattro feriti, fra loro due bambini

  • Politica

    Carta d'identità, ancora disservizi a macchia di leopardo: "Raggi dia risposte su tempi di attesa"

  • Cronaca

    Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

I più letti della settimana

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Roma, maratone ed eventi sabato 18 e domenica 19 maggio. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sulla via Tiburtina: investito da un tir, morto un ciclista

  • Ciclista morto su via Tiburtina, sciacalli rubano il portafogli e prelevano 500 euro

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

Torna su
RomaToday è in caricamento