Fuksas 'abbandona' la sua nuvola. M5S: "Novecento anni di stipendio per non realizzarla"

Il contratto con l'archistar è scaduto e non è stato rinnovato. Il gruppo pentastallato in Campidoglio si scaglia contro il compenso assegnato al progettista della Nuvola e annuncia un'interrogazione al sindaco Marino

Un contratto scaduto e non rinnovato che ha lasciato una lunga scia di polemiche. Parliamo dell'accordo tra Fuksas ed Eur spa scaduto di recente. Il progetto, come confermato dal presidente di Eur Spa Borghini, verrà comunque portato a termine entro il 2015.

L'ultimo attacco in ordine di tempo è quello odierno del Movimento Cinque Stelle che si scaglia contro l'archistar, chiedendo conto al sindaco, attraverso un'interrogazione, dei costi dell'opera

"Quasi 20 milioni di euro", attacca il gruppo grillino in Campidoglio. "Questa è l’incredibile cifra che  Massimiliano Fuksas ha ricevuto da Eur S.p.A. per la realizzazione della discussa opera chiamata “la Nuvola”. Ancora più incredibile, appare la circostanza che un compenso di tale entità, corrispondente ad oltre 900 anni di stipendio di un impiegato comunale e talvolta di un architetto “qualsiasi”, sia stato ritenuto insufficiente dal diretto interessato. Lo scorso 30 novembre, infatti, è scaduto il contratto di consulenza per la direzione artistica dell’opera, che Fuksas aveva in essere con la società committente la quale, a fronte di infiniti ritardi sui tempi di consegna, raddoppio dei costi iniziali e varianti in corso d’opera ascrivibili all’imperizia dello stesso architetto, ha ritenuto opportuno non prorogare la consulenza d’oro che aveva il costo di “soli” 50 mila euro al mese!"

Il Movimento Cinque Stelle prosegue: "Tale decisione ha indispettito l’architetto “proletario” Fuksas al punto da indurlo a ventilare l’ipotesi di ritirare la sua “pregiata” firma dall’opera. Per tali ragioni, che rappresentano l’ennesimo schiaffo in faccia a tutti quei cittadini/contribuenti di Roma che faticano ogni santo giorno per arrivare alla fine del mese, il gruppo consiliare capitolino del M5S ha presentato oggi un’interrogazione al Sindaco di Roma Capitale, Ignazio Marino, affinché venga fatta luce, una volta per tutte, oltre che sui faraonici compensi dell’Architetto Fuksas, anche sulle responsabilità all’origine dei ritardi e dell’aumento dei costi. La lotta agli sprechi, infatti, continua ad essere una priorità assoluta per il Movimento 5 Stelle che non si stancherà mai di dare voce a tutte le persone oneste che non ne possono più dei continui sperperi di denaro pubblico cui i nostri amministratori ci hanno abituati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: tram, bus e metro a rischio lunedì 24 febbraio. Orari e fasce di garanzie

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Roma-Lido, tre stazioni chiuse e tratta limitata per due weekend: attivi bus navetta

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

Torna su
RomaToday è in caricamento