Frascati: il TAR ammette il ricorso sulle elezioni amministrative

Il Tar del Lazio ha dichiarato ammissibile il ricorso di Vincenzo Conte, sfidante del sindaco di Frascati Stefano di Tommaso, per chiedere l'annullamento delle elezioni amministrative dello scorso maggio. A febbraio l'apertura del dibattimento processuale potrebbe portare alla ripetizione delle elezioni

Vincenzo Conte, il candidato sindaco della PDL nelle scorse elezioni amministrative di Frascati, lo aveva annunciato alla chiusura delle urne: avrebbe presentato immediatamente ricorso al TAR per chiedere l'annullamento delle elezioni visto il numero esiguo di voti, appena 42 voti che lo separavano dal ballottaggio.

Il Tar del Lazio nella sua prima udienza preliminare ha dichiarato ricevibile ed ammissibile il ricorso presentato dall'ex sfidante del sindaco Stefano di Tommaso, accogliendo le constatazioni e i rilievi presentati come si legge nel testo del ricorso: “Nel corso delle operazioni elettorali  si sono verificate molteplici irregolarità. In particolare, un grave vizio procedimentale ha interessato tutte le sezioni elettorali: le schede oggetto di contestazioni non sono state raccolte separatamente, come prescritto, invece, dall’art. 54 del D.P.R. n. 570/1960. Ed invero della separata custodia di dette schede si sarebbe dovuto dare atto nei verbali di sezione, nei quali, invece, sono state verbalizzate le relative contestazioni: ciò evidentemente pregiudica ogni possibilità di verifica della correttezza della assegnazione ovvero della non assegnazione dei voti contestati.”
 
“Nella sezione 1, dal confronto della pagina relativa ai totali dei voti di preferenza alle liste e la pagina relativa a ciascun candidato al Consiglio Comunale è emersa, come rilevato, del resto, nello stesso verbale dell’Ufficio Centrale, l’assegnazione di un voto in più ai candidati della lista “Moderati per Di Tommaso” e di cinque voti in più ai candidati della lista “D’Orazio”; tale discrepanza determina, all’evidenza, un numero complessivo di voti superiore rispetto al totale dei votanti”.

Il Tar ha fissato il prossimo 25 febbraio l'udienza dibattimentale che potrebbe aprire la strada  anche verso il responso clamoroso dell'annullamento della tornata elettorale dello scorso maggio, prospettando però anche diverse soluzioni come per esempio la ripetizione del voto nelle sezioni oggetto di ricorso o lo svolgimento del ballottaggio.

L'amministrazione comunale minimizza e in ogni caso è pronta a presentare ricorso al Consiglio di stato, se il Tar dovesse emanare una sentenza di accoglimento del ricorso di Vincenzo Conte.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus: a Roma oggi tre nuovi contagi, sono 862 i casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento