Flash mob contro i manifesti antiaborto, blitz di Pro Vita in consiglio municipale: "Alfonsi dimettiti"

Il presidente dell'associazione: "Da Sabrina Alfonsi abbiamo subìto un atto incivile e abusivo". La replica della minisindaca: "Quella dell’autodeterminazione delle donne in materia di aborto è una battaglia delle nostre madri"

Il blitz di Pro Vita al consiglio municipale

Blitz di Pro Vita nell'aula del consiglio municipale del I Centro Storico. È accaduto la mattina di giovedì 29 novembre quando 15 iscritti all'associazione sono entrati nel parlamentino srotolando uno striscione eloquente: "Alfonsi dimettiti". Una vendetta, conseguenza del flash mob che lo scorso lunedì sera ha visto la minisindaca, insieme alle assessore e consigliere del Municipio Roma I Centro e ad alcune cittadine, coprire con un foglio bianco in segno di protesta un grande manifesto contro l'interruzione di gravidanza affisso da Pro Vita sulla vetrina dell'associazione che si trova in viale Manzoni 28. 

Un blitz che i sostenitori di Pro Vita non hanno fatto passare in silenzio, dando vita questa mattina ad un secondo flash mob nell'aula del consiglio municipale: "Da Sabrina Alfonsi abbiamo subìto un atto incivile e abusivo lunedì sera, quando la signora in questione ha deciso, con altre abortiste della Giunta, di imbrattare il manifesto in difesa del nascituro che è esposto nella nostra vetrina affacciata sulla strada. Per questo, insieme a sostenitori di Pro Vita e altri cittadini, siamo scesi in campo in difesa della libertà di dire la verità sul valore della vita. Ci siamo presentati all'assemblea del Consiglio Municipale di Roma Centro per sostenere la richiesta di dimissioni del Presidente Alfonsi”, le parole di Toni Brandi, presidente di Pro Vita, che si è presentato stamane con bavaglio e in silenzio insieme a sostenitori pro vita nell'Aula municipale per appoggiare la mozione di Fratelli d’Italia, che chiederà le dimissioni della Presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi.

Blitz Pro Vita dimissioni Alfonsi 1-2

Il blitz ha trovato anche la denuncia della stessa presidente Alfonsi che ha però puntato il dito contro Militia Christi: "Questa mattina, durante la seduta del Consiglio del Municipio I per discutere il Bilancio , un gruppo di militanti di Militia Christi composto da una quindicina di persone a volto coperto ha fatto irruzione all’interno dell’Aula Consiliare interrompendo i lavori del Consiglio ed esibendo uno striscione con la richiesta delle mie dimissioni, a causa del mio impegno in difesa della Legge 194 e del flash mob di qualche giorno fa davanti alla sede dell'associazione Pro Vita".

Minisindaca del I Municipio Centro Storico che spiega: "Quella dell’autodeterminazione - le parole di Sabrina Alfonsi - delle donne in materia di aborto è una battaglia delle nostre madri e non può che essere anche la nostra. La legge 194 è una legge di civiltà che ha fatto diminuire sia aborti che le morti di donne a causa di aborti clandestini. Gli attacchi che ho ricevuto in questi giorni dimostrano che siamo sulla strada giusta, e certamente questi tentativi di intimidazione non fermeranno me e non fermeranno la mobilitazione delle donne, sui diritti non si torna indietro". 

Un batti e ribatti fra l'Alfonsi e Toni Brandi: "Una rappresentante istituzionale del Municipio - continua il presidente dei Pro Vita - non può permettersi di compiere azioni indegne che non rappresentano l’intera cittadinanza ma solo qualche ex femminista radical chic e abortista: tutte persone che dimenticano di essere nate grazie alla scelta per la vita fatta dai loro genitori. La Alfonsi ha voluto calpestare il diritto degli altri di avere un’opinione e di esporla pubblicamente". 

Ringrazio pubblicamente gli esponenti di Fratelli d’Italia del primo municipio, Stefano Tozzi, Gianluca Caramanna, Lorenzo Santonocito e Maurizio Esposito, che hanno subito condannato l’azione di censura e che chiederanno le dimissioni della Alfonsi, con l'opposizione d’accordo (M5s e Lega). Li ringrazio - conclude Brandi - perché bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e perché si è davvero liberi solo quando si può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi a chi vorrebbe tapparci la bocca".

Blitz Pro Vita dimissioni Alfonsi 2-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • ma sparati

  • La giunta Alfonsi dopo gli innumerevoli annunci colleziona altre figuracce

  • Un municipio sempre più alla deriva . Ente di prossimità ma prossimo al poco . Forse al nulla ?

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Lo schianto mortale, poi la fuga: chi guidava l'auto che ha ucciso Arrigo Fiore?

  • Politica

    Rifiuti, caos in strada dopo incendio al Tmb: aspettando le soluzioni la città si riempie di immondizia

  • Cronaca

    Pestaggio punitivo in un bar di Roma Nord: due gravi in ospedale. Cinque arresti per il tentato omicidio

  • Economia

    Qualità della vita: Milano in testa alla classifica, Roma ferma al 21esimo posto

I più letti della settimana

  • Neve e gelo, Roma si prepara: ecco le istruzioni della sindaca Raggi

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Metro A: guasto agli impianti, chiuse le stazioni Barberini e Spagna

  • Blocco traffico Roma: domani stop ai veicoli più inquinanti ed ai diesel euro 3

  • Incidente in via Satrico: scooterista muore travolto da una Smart. In fuga le tre persone a bordo

  • Incendio via Salaria: bruciano i rifiuti del TMB, nube di fumo su tutta Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento