Fiori nelle buche di Roma: così i giovani dell'Appio Tuscolano denunciano l'emergenza

Dopo le segnalazioni al Municipio VII l'iniziativa 'Fiori cresciuti in mezzo ai sampietrini': "E'questione di sicurezza e dignità"

Le buche diventano fioriere, i crateri grigi e pieni d'acqua vasi per fiori colorati: succede all'Appio Tuscolano dove un gruppo di giovani del quartiere ha lanciato "Fiori cresciuti in mezzo ai sampietrini", un'iniziativa, con il titolo strappato al rap di Carl Brave x Franco 126, per sensibilizzare l'amministrazione sull'emergenza buche. 

Emergenza buche all'Appio Tuscolano

Già perchè da Piazza Ragusa a via Pietro Colletta, passando pure per viale Metronio, Piazza Lodi e via Latina le strade di quel quadrante della città sono talmente dissestate da sembrare come "bombardate": disseminate di squarci e cavità. 

Una situazione di vera emergenza tra centauri caduti a causa del manto stradale saltato e automobilisti costretti a cambiare le gomme perchè squarciate da quei crateri inevitabili. 

La segnalazione dei crateri al Municipio VII

Condizioni di rischio assoluto con le buche più grandi e pericolose segnalate dagli stessi giovani alle prese con terra e piantine al Municipio VII e all'assessore competente. 

Un doppio binario quello intrapreso dal gruppo di ragazzi dell'Appio Tuscolano: all'irrinunciabile strada istituzionale, si è aggiunta quella goliardica e simpatica. Buche adibite a fioriere e dunque "fiori cresciuti in mezzo ai sampietrini". 

Fiori cresciuti in mezzo ai sampietrini

"Abbiamo segnalato all'Assessore di competenza alcune situazioni critiche del nostro Municipio, ma visto che questo non sembra bastare per fare agire l'amministrazione Raggi abbiamo deciso di la pacifica iniziativa di 'Fiori cresciuti in mezzo ai sampietrini' sperando che l'amministrazione se ne accorga e intervenga" - ha spiegato Luca Di Egidio, giovane attivo del quartiere e primo non eletto dei Dem, nonostante i quasi mille voti presi, nel Consiglio del VII. 

Dunque non un'iniziativa fine a se stessa, meramente movimentista o di denuncia.

I fiori nelle buche lanciano un grido d'allarme e guardano alla Roma che verrà: "Questi fiori  - ha detto Di Egidio contattato da RomaToday - non devono evidenziare solo le buche, ma rappresentano la nostra speranza per la rinascita della città alla quale noi giovani del quartiere non vogliamo smettere di credere. Il fiore contro la decadenza, la rinascita contro la noncuranza. Vogliamo una Roma viva". 

Fiori nelle buche: l'appello ai romani

Tanti i passanti e gli automobilisti incuriositi dalle insolite piantumazioni urbane, applausi e attestati di stima che hanno spinto i giovani dell'Appio Tuscolano ad allargare i propri orizzonti: "In questo periodo di irrisolta emergenza buche vorremmo replicare l'iniziativa anche nei quartieri più periferici della città. Non è solo una questione di decoro e sicurezza, qui si tratta di dignità". 

Poi l'appello ai romani: "Piantate fiori nelle buche che avete sotto casa. Fatelo. Facciamolo, senza vergogna. Solo tutti insieme faremo la differenza e ci faremo sentire. Le cose si devono e si possono toccare". 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Metro B, treni evacuati e passeggeri a piedi in galleria. Tratta bloccata per tre ore

Torna su
RomaToday è in caricamento