Emergenza manutenzione sui bus, Atac: "Stiamo intervenendo nonostante i limiti di magazzino"

L'azienda chiarisce: "Il caso del pneumatico esploso è un guasto accidentale. Stiamo perseguendo la garanzia della filiera manuntentiva con una filiera di comando più corta"

Tre passeggeri in ospedale in meno di un mese. Pannelli e portelloni che si staccano e colpiscono gli utenti, pneumatici che scoppiano e creano il panico. L'abbiamo chiamata emergenza manutenzione, riportando le denunce dei sindacati, esasperati dalle situazioni precarie dei bus della Capitale. Una situazione di cui la stessa Atac si rende conto tanto che dopo l'infortunio ad una donna sul bus 30, avvenuto venerdì, ha avviato la revisione dei bus della "serie Roma". Ed è quanto la stessa azienda ribadisce in risposta al nostro articolo di ieri . 

"Le problematiche esposte nell'articolo "Atac: dai portelloni agli pneumatici: sui bus è emergenza manutenzione" sono note all’Azienda che le ha già in diverse occasioni evidenziate", riferisce Atac. "Con il nuovo assetto di vertice - sugellato anche dalle novità di macrostruttura - la situazione è stata posta sotto stretto monitoraggio tanto che sui bus della "Serie Roma" sono attesi già per la serata di domani gli esiti della iniziativa di revisione peraltro a totale carico e sotto la responsabilità del fornitore".

Quindi la stessa azienda sulla gomma esplosa su un bus sulla Gianicolense tiene a precisare come si sia trattato di un guasto accidentale: "Nel voler contribuire a chiarire le cronache narrate, preme comunque evidenziare come sia assolutamente necessario non confondere guasti accidentali - che possono comunque occorrere, ed è il caso del pneumatico esploso - con quelli dovuti a necessità di presidio e garanzia della filiera manutentiva".

L'intervento sulla filiera manutentiva conclude Atac "si sta comunque perseguendo anche avendo attivato una filiera di comando e controllo molto corta e nonostante i limiti di magazzino".

Intanto proseguono le denunce dei sindacati. Tramite facebook Micaela Quintavalle ha postato un video che mostra un bus della serie 30 con una maniglione senza bulloni e con un pannello staccato tenuto in piedi con lo scotch. "L'autista, riferisce la presidente di Cambia Menti, si è rifiutato di uscire".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • troppi papponi, fancazzisti, bustarellari, per ogni autista ci saranno due di manutenzione e cinque in ufficio, le raccomandazioni l'hanno fatta sempre da padrone, tutti noi abbiamo esempi lampanti tra le nostre conoscenze, le pene per truffa peculato mazzette, sono troppo irrisorie

    • sono d'accordo MENO AMMINISTRATIVI e più operativi. La logistica può funzionare con meno della metà di quanti sono ora, spazio a meccanici e autisti !!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Esce per stendere i panni e il terrazzo crolla su un garage: ferito 57enne

  • Politica

    Trattenute "ingiuste" e vigili assolti per il Capodanno: "Comune dovrà pagare 3 milioni di euro"

  • Politica

    Ex Gil di Trastevere a luglio torna alla città: sarà uno spazio dedicato alla creatività

  • Cronaca

    Ucciso sul Raccordo, Budroni condannato da morto: la Corte annulla la sentenza

I più letti della settimana

  • L'Anello ferroviario chiuderà alle auto: dal 2018 solo con bonus e pedaggi

  • Da via Cavour alla Togliatti: il M5S lavora a quattro nuove linee di tram

  • All'Eur arriva il gran premio: il Campidoglio dice sì alla Formula E

  • Portonaccio, rivoluzione alla viabilità: apre lo svincolo della tangenziale e arriva la preferenziale

  • Roma Tpl, lavoratori senza stipendi bloccano il servizio: soppresse 43 linee

  • Colombo a 30 e 50 km/h, la politica non decide ed è caos: "Così quei limiti diventano definitivi"

Torna su
RomaToday è in caricamento