Dalla provincia 18 milioni di euro per emergenza idrica dei Castelli

Ad annunciarlo è l'assessore alle Politiche del Territorio Michele Civita: “Vogliamo dare una risposta all'annosa emergenza idirica e di inquinamento delle falde del territorio dei Castelli”

Grazie all’accordo con il Commissario delegato per l’emergenza idrica e l'inquinamento, l'ingegnere Massimo Sessa, abbiamo stanziato 18 milioni di euro per  risolvere l’emergenza dei Comuni dei Castelli Romani”.

Ad annunciarlo è l'assessore provinciale alle Politiche del Territorio e alla Tutela dell'Ambiente, Michele Civita, riferendosi alle risorse stanziate per i lavori urgenti  all’Acquedotto del Simbrivio.

Le opere finanziate, che partiranno a breve con un tempo stimato di  realizzazione tra i 12 e 30 mesi, hanno carattere di urgenza e saranno coordinate dal Commissario Delegato e dirette da Acea ATO2, gestore del Servizio Idrico Integrato.

Gli interventi saranno effettuati presso il Centro idrico di Santa Palomba ed il serbatoio “I Colli”, con le condotte di collegamento e i collettori di  scarico ad Albano Laziale. Il potenziamento della centrale di pompaggio del  Ceraso, la condotta di collegamento dal pompaggio del Ceraso agli Altipiani di Arcinazzo e il serbatoio di Arcinazzo.

“Tali opere", chiarisce Civita, "sono già inserite nel Piano degli  investimenti di Acea ATO2. L’urgenza degli interventi deriva dalla necessità di  dare risposta immediata alla complessa ed annosa emergenza idirica e di  inquinamento delle falde del territorio dei Castelli”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento