Regionali, Zingaretti presenta il programma: "Lazio risollevato grazie a noi, ora finiamo il lavoro"

Sanità, lavoro, imprese, cultura, ambiente, trasporti. Ecco il piano di governo del candidato dem per i prossimi cinque anni

Zingaretti durante la presentazione del programma elettorale

Liste di attesa da snellire, cura del ferro e manutenzione stradale, sostegno occupazionale per giovani e microimprese familiari. Incentivi alla natalità per i piccoli comuni a rischio spopolamento e un grande piano di messa in sicurezza contro il rischio sismico. Nicola Zingaretti, in corsa per il bis alla presidenza della regione Lazio, ha presentato questa mattina il programma elettorale per i prossimi cinque anni di governo. A sostenerlo, nella sala del residence Ripetta, assessori e consiglieri di maggioranza, il presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti, la presidente del I municipio, Sabrina Alfonsi. 

Il programma è un volume di circa 190 pagine che tocca tutti i principali temi di competenza regionale: sanità, lavoro, imprese, cultura, ambiente, trasporti. La premessa sono i risultati raggiunti dal 2013 a oggi: "La nostra regione è sicuramente più forte perchè abbiamo saldato 9,8 miliardi di debiti con i fornitori, stiamo uscendo dal commissariamento della sanità, abbiamo eliminato gli sprechi, tagliato le spese in eccesso e razionalizzato le società oltre ad aver ridotto i costi della politica". Ma non basta. "C'è ancora da fare per andare avanti tutti"

Parla di sanità il governatore uscente. "Abbiamo obiettivi ben chiari. Prima cosa le liste di attesa. Lavoriamo per garantire che entro un anno il 90% delle visite e delle analisi non urgenti e non programmate avvenga entro 90 giorni". E nei traguardi da raggiungere sulla qualità delle cure, entro il 2023 l'obiettivo è avere interventi sulla frattura del femore entro due giorni per almeno l'80% dei ricoveri, almeno il 70% dei pazienti con infarto trattati entro 90 minuti dall'accesso, i parti cesarei primari dovranno scendere sotto il 20%. Sul personale "finalmente potremo assumere. Saranno 5.000 in 5 anni i nuovi operatori, per una nuova generazione di medici e personale sanitario che assicurerà più efficienza negli ospedali".

Poi tocca ai trasporti. Cose fatte e cosa da fare. "Abbiamo investito su nuovi bus, nuovi treni, nuove strade. Ora siamo pronti a mettere in campo ulteriori risorse e progetti per continuare a migliorare il trasporto pubblico e la mobilità nel Lazio. Abbiamo già rinnovato l'83% dei mezzi sulle ferrovie del Lazio. Arriveremo al 100% entro il 2020. E su Cotral, che la nostra giunta ha risanato, ci saranno 500 nuovi bus per completare il parco mezzi e un 'servizio metropolitano' su tutte le tratte: una corsa ogni 15 minuti negli orari di punta e ogni 30 nelle altre fasce orarie. Infine prevediamo un nuovo sistema di ciclovie interconnessa alla rete ferroviaria. Dieci milioni di euro per muoversi nel Lazio con la bicicletta"

Sui temi di lavoro e welfare si punta al sostegno dei giovani. "Vogliamo dare nuove opportunità per acquisire competenze e orientarsi nel mondo del lavoro. Senza lasciare nessuno indietro - spiega il candidato - è già partito il progetto Riesco: 600 euro al mese dal 2018 e per i prossimi anni ai ragazzi dai 18 ai 29 anni per migliorare competenze, professionalità e arricchire il proprio bagaglio culturale". Sempre sul fronte occupazionale, "aiuteremo la nascita di microimprese femminili e garantiremo a tutte le lavoratrici piani di welfare, buoni per gli asili e asili nido aziendali e anche la possibilità di lavorare a distanza. Riorganizzeremo i 36 centri per l'impiego riqualificando il personale, rafforzando il rapporto con le imprese. Attiveremo sportelli di consulenza per microimprese e lavoratori autonomi. Misureremo l'efficacia dei centri nel ricercare vere opportunità di lavoro"
 
Diversi gli interventi previsti per quanto riguarda ambiente e clima. "Avvieremo subito un piano per realizzare 100 invasi in cui raccogliere l'acqua piovana e combattere la siccità in tutto il Lazio", memore della crisi idrica che ha colpito la regione la scorsa estate. Per quanto riguarda i rifiuti "saranno 57 i milioni di euro con cui i Comuni realizzeranno isole ecologiche, impianti di compostaggio e di autocompostaggio. Per voltare pagina e passare all'economia circolare". Infine, "prevediamo nuovi sistemi di depurazione, interventi di messa in sicurezza, tutela degli habitat naturali, navigabilità anche in ambito extraurbano: 30 milioni per far rinascere il Tevere"

Un capitolo è poi dedicato a scuola e ricerca. Tra le misure previste "15 milioni di euro ogni anno per 5000 posti nido pubblici in più, 500 nuove ristrutturazioni di scuole e palestre, formazione e borse di studio per oltre 100.000 ragazzi, percorsi gratuiti nelle scuole di specializzazione e contratti per 500 ricercatori. Sono stati 80 mila in questi anni, arriveremo a 110 mila nei prossimi cinque continuando ad investire in diritto allo studio e nel progetto Torno Subito". 

Completare il lavoro svolto e fornire soluzioni ai problemi ancora presenti è il mantra elettorale del governatore uscente. Con il sostegno dell'"alleanza del fare" a fianco di Liberi e Uguali, la formazione a sinistra del Pd che solo nel Lazio ha scelto di correre in coalizione, replicando il modello della legislatura giunta al termine. "Sono orgoglioso della mia squadra di governo e di tutta la maggioranza. In cinque anni non c'è stata l'ombra di una polemica, non c'è stato l'uno contro l'altro. Ha vinto l'unità". E, è la parola d'ordine, "il fare"

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Le migliori palestre con piscina a Monteverde

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

Torna su
RomaToday è in caricamento