Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Tevere, lavori di pulizia delle banchine: il sopralluogo di Zingaretti

Video Agenzia Dire

 

[AGENZIA DIRE] - Sopralluogo in riva al Tevere ieri mattina per il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che insieme alla presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, ha visitato i cantieri dei lavori avviati per la pulizia delle banchine sotto ponte Garibaldi, all'altezza di lungotevere de' Cenci, aggiudicati con un bando pubblico dalla Regione Lazio lo scorso mese di ottobre. 

Sono 2 milioni e 130mila euro, in particolare, le risorse messe in campo dalla Giunta Zingaretti in tre anni per la manutenzione ordinaria e straordinaria del Tevere nel tratto di competenza regionale che va da Castel Giubileo all'Isola Tiberina. I lavori hanno l'obiettivo di garantire il miglioramento e il mantenimento della funzionalità idraulica e la regolarità del flusso del fiume che attraversa il cuore della Capitale e bagna le rive del Centro storico monumentale tutelato dall'Unesco. 

Gli interventi già avviati consistono nel taglio ed estirpazione di cespugli, nella rimozione di detriti semi-affondati, nel taglio della vegetazione vecchia, di piante pericolanti, nella pulizia delle aree, nel monitoraggio continuo delle sponde del fiume ed in particolare delle aree dove si accumulano detriti in occasione delle piene, nella rimozione di tronchi o di rami. Quello di oggi, ha spiegato Zingaretti, "è un sopralluogo fatto con la presidente del Municipio per verificare che le cose cominciano a cambiare. Questo è un lavoro iniziato molti mesi fa, finalmente il Tevere ha un sistema programmato e ordinato di monitoraggio per la pulizia ordinaria e anche straordinaria, ovviamente interverremmo. Per anni era tutto occasionale, anche con pochi soldi, e come ci eravamo impegnati a fare due anni e mezzo fa, quando partì questa riflessione, oggi c'è un bando che dura per tre anni con un investimento di oltre 2 milioni di euro, precisamente 2 milioni e 130mila euro, che ovviamente siamo pronti ad intensificare e a rafforzare,l qualora ce ne fosse bisogno, ma è finalmente un modo sistematico di pulizia degli argini del Tevere".

Sistematico, ha sottolineato il governatore, "vuol dire di monitoraggio continuo, di lavori infrastrutturali sia per le potature di quello che non deve stare sull'argine del Tevere e anche di pulizia della pavimentazione, che non sara' piu' occasionale, ma con questa grande novita' di bando triennale sara' continuamente monitorata. Era una grande richiesta dei cittadini: in primo luogo di chi ama questa citta', del Municipio, che continuamente segnalava elementi di degrado, ed e' anche un modo di ridare una boccata di ossigeno non solo alla fruizione turistica del Tevere, ma anche a chi sul Tevere pratica sport, i circoli del canottaggio, coloro che in questo modo possono riappropriarsi di questa parte bellissima di Roma". Ora però, ha concluso Zingaretti, "noi non ci fermiamo qui: stiamo candidando il Tevere a essere uno dei progetti di Horizon 2020 e cioe' di una valorizzazione che non si ferma, come in questo caso, alla semplice dovuta pulizia, ma che vuole valorizzare quanto di bello puo' promuovere questo territorio. È un lavoro iniziato circa tre anni fa di grande ascolto, di associazioni che amano il Tevere, di circoli sportivi, che poi ha portato a pensare e promuovere il bando, e poi ad assegnare il bando, ed ora e' cominciato il lavoro vero e proprio che per tre anni mettera' in sicurezza la bellezza del Tevere".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento