Regionali, Parisi e la vittoria sfiorata: "Colpa di Pirozzi". Ed è polemica con Gasparri

I commenti dell'ex candidato il giorno dopo la sconfitta

Digerita la sconfitta, è tempo di bilanci. La colpa della vittoria mancata, ma pur sfiorata per un pelo? "E' di Sergio Pirozzi" e del poco tempo a disposizione per convincere gli elettori. Il leader di Energie per l'Italia Stefano Parisi fa il punto sui risultati della competizione elettorale, dopo dodici ore trascorse all'hotel Savoy, vicino a moglie e figlia, tra proiezioni e dati reali. Un testa a testa fino all'ultimo quello con Nicola Zingaretti, poi proclamato vincitore per la gioia di un centrosinistra uscito a pezzi dalle elezioni politiche. 

"Siamo scesi in campo troppo tardi, e abbiamo fatto comunque un miracolo" commenta da ieri ai cronisti, riferendosi ai soli due punti percentuali di distacco dal governatore dem. Quelli colmabili a suo dire in assenza della candidatura "inutile" del sindaco di Amatrice, che ha drenato un paio di cifre al risultato finale, e a una campagna elettorale troppo corta, la metà trascorsa con i leader dei partiti impegnati a litigare sul nome del candidato. Stefano Parisi, è il commento amaro di chi freme avanti e indietro nella hall del Savoy a spoglio ancora da ultimare, è arrivato tardi. E ha pagato lo scotto di un vuoto strategico a destra e e di qualche voto "rubato". Una tesi che però non convince tutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A lanciare la provocazione all'ex candidato Parisi ci pensa Maurizio Gasparri, uscito più volte nel totonomi di dicembre. "Parisi ha preso cinque punti in meno delle liste che lo hanno appoggiato. Non era il candidato giusto. Ha perso lui". E ancora: "Ad aprile parlerò di quello che è accaduto nel Lazio. Racconterò veramente come sono andate le cose e per colpa di chi". A stretto giro arriva la replica di Parisi: "Non so quale altra verità abbia da dire. Credo che servirebbe un pochettino di capacità di rendersi conto di cosa è successo in questo mese, se il centrodestra voleva puntare su un altro candidato avrebbe potuto dirlo prima. Le dichiarazioni di Gasparri sono abbastanza stonate rispetto al clima che in questo momento c'è intorno ai risultati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

Torna su
RomaToday è in caricamento