Casapound "soffre" con i pendolari: candidati nell'incubo della Roma Nord

Il candidato presidente Mauro Antonini al contest del Comitato dei Pendolari: "Con noi trasporti cambieranno passo"

"Soffri con noi sulla Roma Nord": è questa la sfida lanciata dai pendolari della Roma-Civitacastellana-Viterbo ai candidati alla Regione Lazio, ente proprietario della linea ferroviaria da anni vessata da disservizi, disagi e ammodernamento inesistente. 

Tra i primi a partecipare all'iniziativa, un vero e proprio contest ideato per far vivere agli aspiranti consiglieri e presidenti la realtà di tutti i giorni sulla tratta Roma-Civita-Viterbo, il candidato alla Presidenza della Regione Mauro Antonini e il candidato al Consiglio Regionale Andrea Miscia, entrambi di Casapound. 

L'incubo dei pendolari della Roma-Civitacastellana-Viterbo

"Treni vetusti, manutenzione fatta durante il viaggio e 1 ora e 40 minuti per arrivare da Roma a Civita Castellana. Questo è lo stato dei trasporti della Ferrovia Roma Nord. Un incubo che i pendolari sono costretti a vivere tutti i giorni" - denuncia Antonini sceso dal treno e pronto a risalirvi anche nelle ore di punta, come consigliato dai pendolari. 

E' proprio nelle fasce orarie più critiche infatti che la linea Roma-Civita-Viterbo dà il peggio di se tra vagoni stracolmi, corse saltate e ritardi

"Soffri con noi sulla Roma Nord": il contest dei pendolari per i candidati alla Regione

Casapound sulla Ferrovia Roma Nord

"La realtà è che il nostro non è un sistema trasporti adatto ad una Regione come il Lazio che dovrebbe collegare, con i disservizi esistenti, la Capitale alle altre province. Trasporto su gomma e su ferro devono essere razionalizzati. I lavoratori, i pendolari devono essere tutelati: non sono più tollerabili percorsi che non combaciano, disservizi, ritardi, tagli alle tratte, coincidenze a orari improponibili con tempi di attesa ingiustificabili" - il pensiero del candidato presidente di Casapound sul tema. 

Stipendi dirigenti ridimensionati e riorganizzazione personale

E dal movimento politico di via Napoleone III suggeriscono anche come trovare i fondi per rendere efficiente e al passo con i tempi la rete dei trasporti. "Ridimensioniamo gli stipendi dei dirigenti, riorganizziamo le risorse umane e niente più appalti subappaltati e subappaltati ancora con 'fine lavori mai'."

L'invito agli altri candidati 

Poi l'invito agli altri candidati a vivere l'esperienza della Ferrovia Roma Nord. "Vengano a rendersi conto di che cosa stiamo parlando. È inutile parlare da uno scranno senza conoscere la realtà di tutti i giorni". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un "cambio di passo" sui trasporti 

Dunque Casapound tenta l'affondo su pendolari, studenti e utenti dei mezzi pubblici: tra coloro che quotidianamente vivono la giungla urbana di Roma. "Un cambio di passo", magari con bus e ferrovie più efficienti, quanto promesso da Casapound che punta alla Pisana. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

Torna su
RomaToday è in caricamento