Casapound "soffre" con i pendolari: candidati nell'incubo della Roma Nord

Il candidato presidente Mauro Antonini al contest del Comitato dei Pendolari: "Con noi trasporti cambieranno passo"

"Soffri con noi sulla Roma Nord": è questa la sfida lanciata dai pendolari della Roma-Civitacastellana-Viterbo ai candidati alla Regione Lazio, ente proprietario della linea ferroviaria da anni vessata da disservizi, disagi e ammodernamento inesistente. 

Tra i primi a partecipare all'iniziativa, un vero e proprio contest ideato per far vivere agli aspiranti consiglieri e presidenti la realtà di tutti i giorni sulla tratta Roma-Civita-Viterbo, il candidato alla Presidenza della Regione Mauro Antonini e il candidato al Consiglio Regionale Andrea Miscia, entrambi di Casapound. 

L'incubo dei pendolari della Roma-Civitacastellana-Viterbo

"Treni vetusti, manutenzione fatta durante il viaggio e 1 ora e 40 minuti per arrivare da Roma a Civita Castellana. Questo è lo stato dei trasporti della Ferrovia Roma Nord. Un incubo che i pendolari sono costretti a vivere tutti i giorni" - denuncia Antonini sceso dal treno e pronto a risalirvi anche nelle ore di punta, come consigliato dai pendolari. 

E' proprio nelle fasce orarie più critiche infatti che la linea Roma-Civita-Viterbo dà il peggio di se tra vagoni stracolmi, corse saltate e ritardi

"Soffri con noi sulla Roma Nord": il contest dei pendolari per i candidati alla Regione

Casapound sulla Ferrovia Roma Nord

"La realtà è che il nostro non è un sistema trasporti adatto ad una Regione come il Lazio che dovrebbe collegare, con i disservizi esistenti, la Capitale alle altre province. Trasporto su gomma e su ferro devono essere razionalizzati. I lavoratori, i pendolari devono essere tutelati: non sono più tollerabili percorsi che non combaciano, disservizi, ritardi, tagli alle tratte, coincidenze a orari improponibili con tempi di attesa ingiustificabili" - il pensiero del candidato presidente di Casapound sul tema. 

Stipendi dirigenti ridimensionati e riorganizzazione personale

E dal movimento politico di via Napoleone III suggeriscono anche come trovare i fondi per rendere efficiente e al passo con i tempi la rete dei trasporti. "Ridimensioniamo gli stipendi dei dirigenti, riorganizziamo le risorse umane e niente più appalti subappaltati e subappaltati ancora con 'fine lavori mai'."

L'invito agli altri candidati 

Poi l'invito agli altri candidati a vivere l'esperienza della Ferrovia Roma Nord. "Vengano a rendersi conto di che cosa stiamo parlando. È inutile parlare da uno scranno senza conoscere la realtà di tutti i giorni". 

Un "cambio di passo" sui trasporti 

Dunque Casapound tenta l'affondo su pendolari, studenti e utenti dei mezzi pubblici: tra coloro che quotidianamente vivono la giungla urbana di Roma. "Un cambio di passo", magari con bus e ferrovie più efficienti, quanto promesso da Casapound che punta alla Pisana. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente su via di Castel Fusano: scontro auto moto, morto un 40enne

Torna su
RomaToday è in caricamento