Autostrada Roma Latina, Lombardi dice no: "Se la volete, non mi votate"

La candidata del M5s alla Regione boccia l'operazione

Tra i candidati alla presidenza della Regione Lazio si allarga il fronte del No all'autostrada a pedaggio Roma Latina. Alla contrarietà di Potere al Popolo si associa quella della candidata pentastellata Roberta Lombardi.

Il no di Roberta Lombardi

"Se volete la Roma-Latina non mi votate perché con me non si farà mai – ha spiegato Roberta Lombardi, intervistata dall'agenzia DIRE – ci sarà invece un adeguamento della via Pontina”. La dichiarazione arriva con un paio di mesi d'anticipo sulla decisione del Consiglio di Stato. Gli ermellini sono infatti stati chiamati in causa dai ricorrenti della Salini-Impregilo che vorrebbero rimettere in discussione l'aggiudicazione della gara al consorzio Sis. Sul merito si attende un giudizio entro il 15 aprile. Dopo le elezioni. Nel frattempo la questione è tornata nell'agenda politica.

La necessaria messa in sicurezza

Fallito il tentativo d'una parte di Liberi ed Uguali di portare Zingaretti sulle posizioni del no, si registra comunque l'importante apertura della candidata pentastellata.  "Conosco la via Pontina perchè d'estate la percorro spesso ed è evidente che non c'è mai stata una programmazione ordinaria e straordinaria – ha aggiunto Lombardi – La soluzione della Regione Lazio, due estati fa, fu quella di abbassare la velocità, facendo infuriare i cittadini. Quindi 'sì' al potenziamento ed alla messa in sicurezza". 

Favorevoli all'autostrada

Il fronte del No cresce, ma si rafforza anche quello di quanti sono favorevoli all'autostrada a pedaggio.  Martedì 14  è infatti stata formalizzata, su iniziativa di Unindustria, la creazione di un comitato di promozione della Roma Latina. E' formato da 17 realtà tra associazioni ed organizzazioni  sindacali. Ne fanno parte tanto Cgil, Cisl, Uil e Ugl, quanto Coldiretti, Federlazio, Confagricoltura e Confcommercio di Latina. La loro costituzione avvenuta all'interno della Camera di Commercio, come spiegato da Unindustria, “nasce per gestire il rapporto tra le parti” finalizzato al “monitoraggio dell’andamento dei lavori” ed alla possiible “individuazione di eventuali elementi migliorativi”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Perfetto, un motivo in più per non votarli. Addirittura contrari alle grandi opere e al progresso...

    • Ancora...un'autostrada che inizia nel nulla e finisce nel nulla, che costa un botto, che devasta aree protette ed imprese agricole, e ancora lo chiamate progresso? Non vi basta ciò che hanno prodotto le grandi opere? Adeguare la pontina invece no perché costa tropo poco ....

      • Te ti sei bevuto il cervello. Ma non ti rendi conto che senza grandi opere nessuno investira' in Lazio e che tutte le realta' industriali abbandoneranno la regione per spostarsi al Nord Italia? Senza infrastrutture non si cresce. Quanto ancora occorre prima che lo capiate?

Notizie di oggi

  • Politica

    Metro di Roma, dopo un anno di annunci i 425 milioni del governo diventano realtà. Toninelli firma la convenzione

  • Attualità

    Castelnuovo di Porto, chiude il secondo Cara più grande d'Italia: spostati 305 migranti, incognita per altri 145

  • Attualità

    Rifiuti, bagno di realtà di Ama: i numeri della differenziata per il 2020 si abbassano

  • Politica

    Matteo Salvini in via Tiburtina: "L'ex Penicillina ancora libera, pulita e non occupata"

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e le fasce di garanzia

  • Neve a Roma giovedì 24 gennaio, cosa c'è di vero nella previsione?

  • Lunedì sciopero nazionale dei trasporti: a Roma regolari i mezzi Atac e Roma Tpl. A rischio corse Cotral

  • Metro A: interrotta tratta Termini-Battistini, attivi i bus sostitutivi

  • Neve a Roma, la Protezione Civile: "Scarsissime possibilità. Distribuito sale ai municipi"

  • Incidente via del Mare: sbalzati fuori dall'abitacolo dell'auto, morti due giovani

Torna su
RomaToday è in caricamento