Regionali, Zingaretti firma il decreto: si vota il 4 marzo

"Dopo tredici anni, il Lazio va al voto a scadenza naturale"

Nicola Zingaretti, presidente uscente della regione Lazio

"Ho firmato oggi il decreto per l’indizione dell’elezione del Presidente della Regione e del Consiglio regionale del Lazio. La data delle elezioni regionali indicata nel decreto è il prossimo 4 marzo 2018". Anche nel Lazio si va alle urne nel giorno delle elezioni politiche. 

Tutte le notizie sulle regionali 2018

"Dopo tredici anni, il Lazio va al voto a scadenza naturale e in un contesto istituzionale sereno e ordinato. Il segno di un Lazio che sta cambiando, ed è più forte e più stabile di prima. Abbiamo scelto di votare lo stesso giorno delle elezioni politiche, quindi il 4 marzo, per risparmiare decine di milioni di euro sulla gestione delle urne. Soldi che poi potranno essere recuperati per investimenti a favore dei servizi per le persone" ha dichiarato il governatore uscente.

"Voglio ringraziare la Giunta regionale e la maggioranza - conclude - per la coesione, lo spirito di servizio e la determinazione, così come tutto il Consiglio regionale che anche nella dialettica politica ha tenuto fede all'obiettivo che ci eravamo dati 5 anni fa: il rispetto delle Istituzioni e il bene comune dei cittadini del Lazio. Ora auspico una campagna elettorale fatta di proposte e soluzioni concrete, evitando insulti e false notizie. Per andare avanti, tutti. Buon voto alle ragazze, ai ragazzi, alle donne e agli uomini di questa splendida Regione".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Io so solo che comune e regione devono stare in mano allo stesso partito altrimenti si fanno la guerra. A ns. spese naturalmente

    • Avatar anonimo di Frank Serpico
      Frank Serpico

      e sinceramente la cosa NON mi appare molto democratica!!! e comunque visti i sindaci precedenti pur essendo dello stesso partito NON mi è sembrato andassero molto d accordo.

  • Avatar anonimo di Frank Serpico
    Frank Serpico

    Mi trovavo al policlinico di Tor vergata per una visita medica, questo signore era in visita alla struttura pur passando davanti a decine di persone in fila tra cui molti anziani che erano li per prenotare le visite NON si è assolutamente curato del fatto che ci fossero cosi tante persone in attesa per prenotare a tirato dritto come se la cosa NON lo riguardasse e la sanità regionale NON dipendesse dalla sua amministrazione!!!!!

  • Avatar anonimo di Frank Serpico
    Frank Serpico

    si è cosa è cambiato in 5 anni?? nella sanità strutture chiuse, liste di attesa di mesi (basta chiamare il recup regionale che peraltro ti fa aspettare tantissimo perfino le ricette con la precedenza B ossia prestazione a 10 GG dalla prescrizione non VIENE EROGATA nei tempi previsti) piano regionale dei rifiuti INESISTENTE, strade regionali piene di buche. http://www.affaritaliani.it/roma/rifiuti-tutti-i-trucchi-del-nuovo-piano-della-regione-lazio-459072.html mi fermo qui NON vado oltre

Notizie di oggi

  • Politica

    Raggi prova a ripartire e convoca i minisindaci: "Non sapevo niente, avanti compatti"

  • Cronaca

    Follia fra Termini e via Cavour: prima la rapina poi con una pala minaccia i passanti

  • Cronaca

    Roma blindata, c'è il presidente della Cina. Strade chiuse al Centro e Parioli

  • Corviale

    Crisi Municipio XI, l'ex consigliera grillina rompe gli indugi: "Voto la sfiducia"

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Tragedia a Largo Preneste: è morto Umberto Ranieri. Chi lo ha colpito con un pugno? Il punto sulle indagini

Torna su
RomaToday è in caricamento