Ecco chi è Massimo Enrico Baroni: deputato del Movimento 5 Stelle nel Lazio

Nato a Catania nel 1973 è uno psicologo

Massimo Enrico Baroni è nato a Catania nel 1973. Vive e studia a Roma dove consegue la maturità presso il Liceo Scientifico "Talete". Nel 1992 si iscrive alla facoltà di Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Trieste ma cambia idea e si iscrive a Psicologia.  A Trieste conosce Alessandro Severi, esperto di storie delle religioni, laureato in antropologia culturale e fondatore dell’ISSU – Istituto per lo Sviluppo Spirituale ed Umano – associazione che frequenta dal 1994 al 1996 dove apprende l'arte della meditazione. Lascia Trieste e si iscrive a Psicologia a La Sapienza dove si laurea nel 2002. A Roma frequenta un caffè letterario “I Poeti al Caffè”. Grazie a questa attività pubblica alcune poesie in diverse antologie, arrivando a vincere per l’anno 2000, all’età di 27 anni, il primo premio nella sezione in lingua italiana – su 126 opere in concorso – del VII Concorso Nazionale dell’Accademia Nazionale “Giuseppe Gioacchino Belli”, con una poesia dedicata a suo padre, dal titolo “di Padre in Figlio”. Dal 2000 al 2003 lavora come operatore notturno presso la Comunità Terapeutica Riabilitativa per pazienti psicotici “Setteville” di Guidonia. Continua la specializzazione nel settore inscirvendosi nel 2004 alla scuola in Psicologia Clinica del Policlinico di Bari mentre nel 2005 si trasferisce presso la Scuola di Psicologia Clinica di Roma.


Dichiarazione di intenti per il parlamento:
Sono uno psicologo. Aiuto le persone (o piccoli gruppi) coinvolte in una sofferenza a cambiare, a trovare risorse nella loro crisi personale. Vorrei portare le ragioni della prevenzione primaria (lotta al familismo culturale, corretta informazione del cittadino/utente/paziente, cultura dell'analisi della domanda e delle collusioni nelle istituzioni, promozione di un'alimentazione sana a filiera corta - Gruppi di Acquisto Solidali -  controllo in stile "fiato sul collo" di qualsiasi sospetto di percolato e sversamenti illegali sul territorio) alla camera dei deputati. E' necessaria un'analisi continua e reiterata della cultura delle governance sanitaria. In particolare l'importanza della presa in carico condivisa nella prevenzione terziaria, (potenziamento sanitario del sostegno domiciliare - territoriale con livelli multidisciplinare di presa in carico delle disabilità cronicizzate e neurodegenerative - istituzione di una figura unica/responsabile per paziente cronico - modello CReG lombardo - di un matron manager). [...]

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Il lungo lunedì di Ama: Cda e giunta straordinaria per sciogliere il nodo bilancio 

  • Salute

    San Camillo, la ministra Grillo manda i Nas al Pronto soccorso: "Sovraffollamento inaccettabile"

  • Cronaca

    Anzio, violenta la figlia per cinque anni: arrestato militare 45enne

  • Cronaca

    Autista Atac salva ragazza dal suicidio: la 20enne era pronta a lanciarsi nel vuoto

I più letti della settimana

  • Strade chiuse e bus deviati: il 14 febbraio attesi 5000 gilet arancioni. In serata la Lazio in Europa League

  • Roma, strade chiuse e bus deviati sabato 16 e domenica 17 febbraio: tutte le informazioni

  • Il Treno della Neve: da Roma a Roccaraso in carrozze d'epoca

  • La porta dell'autobus Atac si apre in corsa: passeggeri cadono in strada, un ferito

  • Sciopero, oggi a Roma bus di periferia a rischio. Gli orari e le linee coinvolte

  • Tragedia a San Giovanni: precipita dal sesto piano, morta 17enne

Torna su
RomaToday è in caricamento