homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Meloni: "Prenderei Bertolaso come city manager"

La candidata di Fratelli d'Italia a Porta a Porta: "Bertolaso con Marchini? Recuperei voti di Forza Italia"

"In campo per amore di Roma". Giorgia Meloni ha ribadito ieri sera a Porta a Porta i motivi che l'hanno portata a scendere in campo, allontanando l'immagine divisiva della sua scelta. Inevitabile parlare della situazione del centrodestra e del possibile accordo tra Bertolaso e Marchini: "Se Forza Italia converge su altro candidato come Marchini recuperei voti di Forza Italia. Sarebbe evidente che l'unica volontà è quella di far perdere me. Si capirebbe che non era vero che Bertolaso era il candidato più forte. Sarebbe una scelta che tradirebbe che l'unica voglia di Forza Italia èfar perdere me. Sarebbe una riedizione del patto del Nazareno". 

E le parole per Berlusconi non sono tenere: "Il tema della leadership del centrodestra dipende dalle scelte che fa Berlusconi. Se lui decide di perdere vuol dire che è lui che non è più il leader del centrodestra". La Meloni però prova a ricucire con Bertolaso e lancia una proposta: "Bertolaso city manager? Certo, lo prenderei. Sarebbe un valore aggiunto. Ha una grande capacità di concretezza ma la politica è un'altra cosa". 

Quindi si passa alle proposte: "Rifiuti zero? Si po' fare, non è vero come dice Marchini che non si puo' fare. Il mio obiettivo è arrivare al 75% di differenziata in cinque anni chiudendo il ciclo dei rifiuti".  E su Acea e l'attacco della Raggi: "Io non ho motivi per attaccare in modo acritico l'attuale gestione di Acea come ha fatto Raggi ne' per difenderla come ha fatto Giachetti. C'è da dire che Acea non è un problema di Roma rispetto ad Atac, tanto per fare un esempio. Il giudizio che darò dipende dai risultati".

E sulle buche è chiara: "Non più grandi opere se prima non si risolve la questione delle buche. Tutte le risorse devono essere usate per questo. Ci vogliono 250 milioni l'anno. Risorse che in passato sono state spese per opere sostanzialmente inutili come la Nuvola di Fuksas e le Vele di Calatrava".  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Amatrice, viaggio nel paese che non esiste più

    • Cronaca

      Terremoto, Zingaretti: "La Giunta ha stanziato 5 milioni per l'emergenza"

    • Politica

      Renato ucciso dal Fascismo: "Dieci anni dopo accade ancora. Fermo lo dimostra"

    • Politica

      Raggi punta sulle periferie: ok alla delibera per il bando del Governo

    I più letti della settimana

    • Terremoto, Roma non è a rischio sismico: "Ma le scosse possono fare danni"

    • Calendario scolastico nel Lazio, si parte il 15 settembre: tutte le feste

    • Terremoto, Roma è solidale: già attivati numerosi centri di raccolta per generi di prima necessità

    • Torri all'Eur, il Comune revoca i permessi: Telecom verso l'addio al progetto

    • Scalano a mani nude la Vela di Calatrava: il video dell'impresa di due freeclimber

    • Raggi punta sulle periferie: ok alla delibera per il bando del Governo

    Torna su
    RomaToday è in caricamento