Elezioni, Marino prende tempo e tiene Sel col fiato sospeso

L'ex primo cittadino si prende ancora qualche ora per sciogliere le riserve in merito ad una sua eventuale candidatura. A sinistra intanto si va avanti con Fassina ma Sel si divide attorno al Marziano

La sue decisione era attesa per queste ore. Eppure per sapere se Ignazio Marino sarà di nuovo tra i candidati a sindaco delle prossime elezioni capitoline, bisognerà aspettare ancora un po'. Prende tempo l'ex sindaco nonostante giovedì ai suoi sostenitori riuniti nell'associazione 'Parte civile' avesse promesso che avrebbe sciolto le riserve entro 48 ore. Il 'marziano' ha preferito riflettere ancora un po', nonostante tra i suoi supporter scresca la pressione affinché decida di scendere in campo. Su Twitter è stato anche lanciato l'hashtag #Marinocandidati e non sono pochi quelli che in queste ore stanno scrivendo sui social frasi in suo sostegno. 

La decisione sulla candidatura del 'marziano' potrebbe essere stata frenata dai malumori di una parte di Sel verso un eventuale sostegno unitario di tutte le realtà riunite a sinistra del Pd, che vanno da Sinistra Italiana ai civatiani, e che oggi sostengono la candidatura di Stefano Fassina. Malumori ufficializzati con una lettera firmata da un elenco di esponenti vendoliani, tra cui l'ex consigliera Gemma Azuni, con la quale gli è stato chiesto di fare un passo indietro. Un'altra parte consistente però guarda con favore alla possibile discesa in campo di Ignazio Marino e spinge per lavorare a un percorso partcipato che incoroni l'ex primo cittadino. 

A sinistra si sta aspettando la decisione di Marino. Giovedì sera Stefano Fassina ha fatto il punto con i 'suoi' presso il comitato elettorale. Alla riunione Marino era assente. "Abbiamo fatto il punto sul programma, facciamo un altro passo avanti prima di capire che cosa vuole fare Ignazio Marino, e poi ci prepariamo insieme per la sfida che si preannuncia molto impegnativa". Chiara anche la posizione di Paolo Cento: "E' legittimo consentire a Marino di proseguire le sue riflessioni in assoluta autonomia e con grande rispetto da parte di Sel. Siamo consapevoli che quando avrà terminato questa sua fase di riflessione, se vorrà essere parte di una battaglia politica a Roma, noi con lui ci confronteremo".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Roma Tpl ancora senza stipendio: assenze alle stelle, servizio rallentato

    • Politica

      Incidente al Tmb Salario, crolla un pannello dal soffitto: "Situazione al limite del collasso"

    • Cronaca

      Autocisterna in fiamme, trasportava 14mila litri di gasolio. Carabiniere lievemente intossicato

    • Politica

      Parco archeologico: "E' il Ministero che non sa innovare, non la Roma di Raggi"

    I più letti della settimana

    • L'Anello ferroviario chiuderà alle auto: dal 2018 solo con bonus e pedaggi

    • Da via Cavour alla Togliatti: il M5S lavora a quattro nuove linee di tram

    • All'Eur arriva il gran premio: il Campidoglio dice sì alla Formula E

    • Portonaccio, rivoluzione alla viabilità: apre lo svincolo della tangenziale e arriva la preferenziale

    • Roma Tpl, lavoratori senza stipendi bloccano il servizio: soppresse 43 linee

    • Colombo a 30 e 50 km/h, la politica non decide ed è caos: "Così quei limiti diventano definitivi"

    Torna su
    RomaToday è in caricamento