Giachetti si ribattezza Jeeg Robè: "Per fare il sindaco ci vorrebbero i super poteri, quelli della normalità"

Un lungo post su Facebook del candidato sindaco, che cita il film Lo chiamavano Jeeg Robot. "Forse bastano poteri normali, serietà ed esperienza. Il potere di dire no a chi ha più potere di te"

"I superpoteri del sindaco. Per fare bene il sindaco di Roma ci vorrebbero i superpoteri. Come quelli che scopre di avere Claudio Santamaria nello straordinario film di Mainetti dopo aver fatto un bagno proprio qui. Ma forse no". Lo scrive su facebook Roberto Giachetti, il candidato sindaco dem, che cita la pellicola "Lo chiamavano Jeeg Robot" diretto da Gabriele Mainetti.

Poi aggiunge: "Forse per fare il sindaco di Roma bastano poteri ‘normali’. La serietà e l’esperienza. La capacità di ascoltare le voci dei cittadini e non le chiacchiere del Palazzo. Il potere di dire no a chi ha più potere di te. Il potere di una storia pulita e di un futuro libero. Il potere di chi non si è mai fatto sedurre dal potere".

"Se ho questi poteri oppure no, sarete voi a deciderlo - prosegue - con il vostro voto. Nel frattempo il tuffo nel Tevere me lo risparmio. Jeeg Robè può aspettare".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • E sì, lui è l'uomo acqua e sapone che il potere non sa nemmeno cosa sia... Non so se questa sia la strategia migliore per il vicepresidente della Camera spedito a Roma da Renzi! Giacchetti guarda che qui non abbiamo mica l'anello al naso, tu vuoi fare il simpatico (senza esserlo) ma non devi prendere in giro la gente.

  • Buttati Giachè... magari oltre ai superpoteri ci trovi pure uno straccio di programma in fondo al Tevere.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tor Sapienza: trovato cadavere vicino i binari, è quello di Zhang Yao

  • Cronaca

    Tor Bella Monaca, bunker dello spaccio a via Camassei: residenti prigionieri del 'sistema'

  • Politica

    Accese le luminarie di via del Corso e l'albero di natale di piazza Venezia

  • Politica

    Il caso Berdini tiene banco: Raggi lo blinda, ma il destino dell'assessore appare segnato

I più letti della settimana

  • Lo spazzatour di Raggi e Muraro a Tor Pignattara a caccia di sporcaccioni

  • Referendum, risultati nei municipi: il sì trionfa solo in Centro e ai Parioli

  • Referendum a Roma: l'affluenza municipio per municipio

  • Referendum 4 dicembre, i risultati a Roma: dati reali e affluenza municipio per municipio

  • Multiservizi, Colomban in Aula smentisce Muraro: esplode la protesta dei lavoratori

  • Troppo smog, blocco del traffico per gli euro 1 e euro 2

Torna su
RomaToday è in caricamento