Ostia, flash mob antimafia del Pd: "Non ci fate paura"

Davanti alla sede dell'Ufficio Tecnico del X Municipio una manifestazione contro la mafia. In mattinata, però, CasaPound nello stesso luogo aveva appeso uno striscione: "Tassone e Buzzi: la mafia è nel Pd"

Un flash mob contro la mafia. Così il Pd vuole "riprendersi" Ostia. Dal cuore del X Municipio sciolto per mafia e con l'ex presidente Andrea Tassone arrestato per i fatti di Mafia Capitale. Una manifestazione organizzata da Giovanni Zannola, candidato al consiglio comunale, ed ex consigliere proprio nella vecchia Amministrazione lidense.

Una scelta non casuale, come spiega lo stesso esponente dem sul litorale: "Il PD vuole ripartire da qui, simbolo di una Roma ferita e umiliata dalla criminalità organizzata. Non ci fate paura è il nostro slogan e lo abbiamo urlato forte oggi contro la mafia ad Ostia. Insieme a Elena Improta e Elisabetta Giustini vogliamo portare a Roma e nel Municipio X la legalità e la buona politica. Oggi ripartiamo e ripuliamo il territorio dalla criminalità organizzata".

Nelle scorse settimane il comitato elettorale di Zannola è stato vandalizzato da ignoti. A sostenere l'iniziativa anche Matteo Orfini: "Libereremo Ostia da chi l'ha umiliata tenendola in ostaggio. Nessuna intimidazione ci farà fare un passo indietro. A chi ci dice che dobbiamo andare via da quei luoghi, noi rispondiamo con ancora maggiore forza che ci siamo e ci saremo, a difesa della legalità e della buona amministrazione".

Dichiarazioni, però, rispedite al mittente da Paolo Ferrara, candidato al consiglio comunale del M5S che su Twitter ironizza: "Orfini dice che verrà ad Ostia per liberarla da chi l’ha umiliata tenendola in ostaggio. Cioè il Pd vuole liberarsi di se stesso". 

A constestare l'iniziativa è stata ancha CasaPound. I militanti del movimento di destra, prima del flashmob del Pd, avevano infatti affisso sulla facciata dell'ex Ufficio Tecnico del X Municipio uno striscione con scritto: "Tassone e Buzzi: la mafia è nel Pd".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' assurdo - spiega Carlotta Chiaraluce, candidata nella lista di CasaPound al consiglio comunale - che il Pd continui a lanciare accuse di mafia al nostro territorio quando questo municipio è stato commissariato perché l'ex presidente Tassone proprio del loro partito faceva affari con le cooperative di Buzzi e di Mafia Capitale. Il Pd riconosca le sue responsabilità e la smetta di strumentalizzare qualsiasi cosa affibbiando a questo territorio sempre più una pesante etichetta di mafia che non fa altro che danneggiarlo dal punto di vista economico, turistico e d'immagine". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

Torna su
RomaToday è in caricamento