Alle primarie Pd anche una ragazza autistica: è corsa per aiutarla con le firme  

Il padre, Maurizio Ferraro, ha depositato nella sede del Pd Lazio mille firme per la candidatura di Chiara. Ne servono altrettante, e parte la "colletta"

Foto da Facebook di Maurizio Ferraro, padre di Chiara

C'è anche Chiara, ragazza con epilessia resistente ai farmaci, autismo e ritardi mentali, tra i candidati per il Campidoglio. Ieri mattina il papà, Maurizio Ferraro, ha presentato nella sede del Pd Lazio circa un migliaio di firme. Un numero non sufficiente ma che lascia alla ragazza un profilo di una candidatura simbolica per accendere un faro sui ritardi mentali e sulla riforma dei servizi. 

"Abbiamo presentato le firme anche se non abbiamo raggiunto la cifra di duemila - ha spiegato Maurizio Ferraro - Quella di Chiara è una candidatura simbolica con cui vogliamo ribadire il diritto ad esserci, per tanti ragazzi affetti da disturbi mentali o autismo. Vorremmo modificare l'assetto dei servizi del welfare e questo lo si fa sedendosi nei punti di governance con i nostri ragazzi. È un esercizio di democrazia"

SOLIDARIETA' - "Ho appena parlato con Roberto Giachetti, noi abbiamo raccolto molte più firme di quelle necessarie per la candidatura alle primarie. Se gli altri esponenti della coalizione non hanno obiezioni, cediamo volentieri il numero di firme mancanti a Chiara Ferraro per permetterle di candidarsi alle primarie di centrosinistra". Lo afferma Ileana Argentin, deputata Pd e presidente del comitato elettorale Giachetti per Roma. 

Anche Gianfranco Mascia e Domenico Rossi, altri due candidati alle primarie, stanno con Chiara. Entrambi si dichiarano favorevoli "a consentire, aldilà del numero di firme previsto per la candidatura alle primarie per sindaco di Roma del centrosinistra, a Chiara Ferraro, la ragazza autistica, di realizzare la sua aspirazione".

Sulla vicenda è intervenuto anche il commissario del Pd Roma, Matteo Orfini: "Trovare un candidato vincente a Roma è semplice perché lo scelgono i nostri elettori. Oggi ci sono cinque candidati, forse se ne aggiungerà una sesta. C’è una donna che non ha presentato il numero di firme necessario, si era già candidata nella lista Marino, una ragazza affetta da autismo, ho letto dalle agenzie.

Ho letto che Giachetti è disponibile a dare le firme che mancavano per consentirle di candidarsi. A patto che il comitato che vaglia le candidature delle primarie e gli altri candidati siano d'accordo, io penso che tutti lo saranno su un gesto del genere. Quindi speriamo che possa esserci una candidatura femminile che infatti mancava in queste primarie fra tutti maschietti. Ora stanno controllando la veridicità delle firme raccolte e credo che venerdì ci sarà una conferenza stampa con tutti i candidati ammessi".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Vabbè..

Notizie di oggi

  • Politica

    #italia5stelle, Raggi a Palermo incontra Grillo. Poi dal palco: "Non mollo"

  • Cronaca

    Palazzina crollata a Ponte Milvio, Raggi: "Basta emergenze, serve prevenzione"

  • Cronaca

    Gay Street, padre e madre picchiano la fidanzata della figlia lesbica

  • Cronaca

    Incendio in Tangenziale Est, autobus 'C2' carbonizzato dalle fiamme

I più letti della settimana

  • Arriva la carta d'identità elettronica: entro fine ottobre attiva in tutti i municipi

  • Roma 2024, Raggi dà 'buca' a Malagò: "Ho avuto un contrattempo". Ma era al ristorante

  • Assessore al bilancio, Salvatore Tutino in pole: vicino l'annuncio di Raggi

  • Venti milioni di euro: il no alle Olimpiadi potrebbe costare caro al Comune

  • Pestato sulla metro B: Raggi e Meleo in visita da Maurizio Di Francescantonio

  • Dalle stelle alle critiche: la stampa estera attacca Virginia Raggi

Torna su
RomaToday è in caricamento