homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Sondaggi elettorali, Piepoli: "Al comune vincerà chi fa sognare di più"

Il presidente dell'omonimo istituto ha commentato i sondaggi verso le prossime elezioni amministrative. "Il ballottaggio ci sarà"

Alle prossime amministrative vincerà “chi fa sognare di più”. L'indicazione viene direttamente dal sondaggista Nicola Piepoli, presidente dell'Istituto Piepoli, commentando il possibile esito delle prossime elezioni amministrative del 26 e 27 maggio.

Come anticipato da alcuni sondaggi diffusi in giornata, il ballottaggio sembra ormai certo. “Probabilmente tra Alemanno e Marino”. Il vantaggio di Marino, per Piepoli, è da attribuire alla modalità di utilizzo del web. “Ha più cura” commenta. “Ad ogni modo quando utilizza il web tende a far sognare mentre Alemanno tende più a rispondere agli attacchi e poi dopo fa sognare: il suo primo obiettivo è una certa risposta agli attacchi che è anche naturale visto che è il sindaco uscente”.

Per Piepoli però la vittoria di Ignazio Marino non è scontata. O meglio, è da porre con alcune considerazioni. “In questo istante Marino è lontano dall'avere il 50 per cento. E' favorito potenzialmente, se continua così, ma c'è da considerare un fatto sociologico generale: in questo momento la tendenza verso sinistra si è un po' arrestata, per cui mentre 40-50 giorni fa sembrava in salita in questo momento il sistema politico è in equilibrio tra destra e sinistra e questo non favorisce Marino nel lungo periodo” commenta.

Poi si è soffermato su Marcello De Vito e Alfio Marchini, in particolare sulla loro popolarità in relazione all'utilizzo del web. “Confrontando i dati dei vari istituti, il candidato del Movimento 5 stelle risulterebbe più alto rispetto al normale, in funzione del fatto che alimenta il web. L'altro candidato, Marchini, è debole perché non applica le moderne tecniche di comunicazione: è bravo, è in gamba, però utilizza un tipo di comunicazione più in linea con la parte anziana della popolazione".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Centro

      Colle Oppio, altro che restyling: dopo 5 mesi il parco torna terra di nessuno

    • Cronaca

      Ostia, blitz allo stabilimento Battistini: sigilli a strutture abusive

    • Incidenti stradali

      Incidente su via Cristoforo Colombo: morto pedone investito da una moto

    • Politica

      Stadio della Roma, la Regione smentisce Berdini: "Dal Comune nessun documento"

    I più letti della settimana

        Torna su
        RomaToday è in caricamento