Dino Giarrusso si candida con il Movimento Cinque Stelle: la Iena corre al Gianicolense

L'inviato de Le Iene, dopo il rifiuto iniziale, sul filo di lana prende il posto di Carla Ruocco che a sua volta aveva sostituito l'ammiraglio Veri

Porte scorrevoli per il Movimento Cinque Stelle al collegio 10 Gianicolense per la Camera. Dopo la candidatura dell'ammiraglio Veri, poi fatto fuori per il suo passato nel Pd di Ortona, e la sostituzione all'ultimo con Carla Ruocco, sul filo di lana subentra La Iena Dino Giarrusso. Un colpo di teatro, reso noto a sorpresa nella serata di ieri. Persino Carla Ruocco, ruota di scorta di Veri, era ignara di essere stata a sua volta sostituita. 

Dopo l'anticipazione dell'Ansa e l'intervista in Radio a La Zanzara, Giarrusso ha spiegato la sua posizione con un post su facebook. 

"Avevo deciso di non candidarmi, come ho scritto in un post da tanti di voi condiviso e commentato, ed ho ricominciato a lavorare per Le iene. Scelta sofferta, sia chiaro, ma che mi sembrava la più giusta. Dopo un paio di settimane di campagna elettorale, però, vedendo quello che mi stava accadendo intorno, questa scelta ha iniziato a pesarmi sul cuore. Ho capito infatti che realmente queste elezioni saranno decisive per il futuro del paese e dunque di tutti noi, e credo fermamente che il Movimento Cinquestelle sia oggi l'unica forza politica capace di cambiare in meglio l'Italia. L'unica. Così ho continuato a lavorare sentendo un dispiacere dentro, e pensando che se solo mi fosse stato possibile tornare indietro, avrei cambiato decisione. Indietro però non si può tornare, quindi fino all'altro ieri ero in giro per l'Italia col mio operatore per realizzare nuovi servizi per la stagione de Le iene che inizierà a brevissimo. Ieri, però, è arrivato un imprevisto che ha rimesso tutto in discussione: l'incompatibilità dell'ammiraglio Veri, che doveva essere candidato all'uninominale proprio a Roma, città ove risiedo da ben 18 anni. A quel punto ho capito si fosse aperto uno spiraglio per spendermi in prima persona, e così ho fatto. Mi metto in gioco, mi candido perché credo nel Movimento Cinquestelle, nella qualità del suo leader politico Luigi di Maio, dei suoi ottimi candidati, e dei militanti tutti".


 Giarrusso sfiderà Riccardo Magi, radicale candidato con +Europa e apparentato con il Pd, e Olimpia Tarzia per il centrodestra. Il collegio comprende i quartieri di  Portuense, Suburbio Portuense, Gianicolense, Aurelio, Magliana Vecchia, Tor di Valle. Dagli esperti di flussi elettorali viene definito un collegio contendibile. Il pronostico è quantomai incerto anche se la sfida pare circoscritta a Magi, ex consigliere capitolino ed anima del referendum per la messa a gara di Atac, e lo stesso Giarrusso. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

Torna su
RomaToday è in caricamento