Elezioni Camera: tutto sulla sfida nel collegio "04 Quartiere Collatino"

Comprende i territori di San Basilio, Pietralata, Montesacro Alto, Ponte Mammolo, Collatino, Tor Cervara, Tor Sapienza, Acqua Vergine, Lunghezza, San Vittorino.

Il collegio uninominale della Camera “04 Quartiere Collatino” comprende i territori di San Basilio, Pietralata, Montesacro Alto, Ponte Mammolo, Collatino, Tor Cervara, Tor Sapienza, Acqua Vergine, Lunghezza, San Vittorino. Gran parte del collegio è costituito dai quartieri che rientrano nel territorio del tiburtino che diventa così terreno di scontro tra volti noti della politica regionale e cittadina in contrapposizione a militanti di altri schieramenti politici. Le elezioni amministrative avvenute nel giugno del 2016 hanno consegnato al primo turno il territorio del tiburtino al Movimento Cinque Stelle, da sempre feudo della sinistra. I temi su cui sono chiamati a confrontarsi sono diversi e tutti molto delicati: dall'ambiente alla sicurezza, passando per l'urbanistica e i lavori pubblici o la carenza di servizi come nel caso del quartiere San Vittorino. 

renata-polverini-2

Renata Polverini contro la deputata Roberta Agostini

Di certo il nome più altisonante è quello di Renata Polverini. L’ex governatrice della Regione Lazio ha iniziato la sua carriera politica fin da giovanissima, da quando ha investito il suo impegno nei sindacati UGL e CISNAL, diventando poi segretaria generale dell'UGL: un impegno che le ha fatto conquistare presto anche la stima della sinistra, come quella di Veltroni che avrebbe voluto candidarla nel PD. Renata Polverini, con il 51% dei consensi, viene eletta presidente della Regione Lazio nell'aprile del 2010. Il suo governo però finisce prima della scadenza naturale del mandato: a marzo di tre anni dopo Polverini si dimette in seguito all'inchiesta-scandalo che colpisce la Regione Lazio: un sistema di notevoli fondi elargiti ai membri del Consiglio della Regione Lazio, usati spesso per finalità non concernenti l'attività politica del gruppo ma per scopi privati. L'ex governatrice della Regione Lazio, anche Deputata, dopo un primo "intoppo" burocratico nella compilazione della domanda di candidatura, è ufficialmente candidata nel collegio 04. roberta-agostini-2

A scontrarsi con Renata Polverini, ci sarà Roberta Agostini: espressione nella lista Liberi e Uguali di Pietro Grasso, Roberta Agostini vanta una lunga carriera in politica iniziata negli anni ’90. Romana, è stata eletta consigliera comunale nel 1993. Dopo l'esperienza in Campidoglio, Agostini viene eletta anche consigliera provinciale per tentare poi la volota alla Camera dove trionfa durante le scorse elezioni come candidata nelle fila del Partito Democratico in Campania. A LeU approda da MPD, prima ancora PDS e DS. mauro antonini-2

Da Federmoda alla Camera: la sfida dei cinque stelle

Il movimento cinque stelle invece mette in campo Massimiliano De Toma. Il pentastellato viene eletto presidente dell’associazione Federmoda Roma nel 2013 e vanta alle spalle un percorso da presidente dell’associazione Commercio Quarto Municipio all’epoca del minisindaco Caradonna. Conosce il territorio del Tiburtino e si propone di rappresentarlo alla Camera, appunto. Dal Tiburtino anche Mauro Antonini, leader di Casa Pound che il 4 marzo concorre anche per la poltrona di presidente della Regione Lazio. E’ la prima volta che il partito della tartaruga frecciata compare in tutti i collegi ma non è la prima volta che Mauro Antonini tenta la scalata: durante le ultime elezioni amministrative in città ha concorso per ricoprire il ruolo di presidente del Municipio, ma la bassa percentuale raggiunta non gli ha consentito l’ingresso in consiglio. 

cesaresanmauro-2

PD e Popolo della famiglia

A rappresentare il centrosinistra nella sfida al collegio uninominale della Camera è Cesare San Mauro, professore e corre nelle fila del PD al tiburtino. E’ professore di diritto dell'economia presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università del Salento e docente di Diritto dell'Economia presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, avvocato e autore di numerose pubblicazioni di carattere scientifico nel settore del diritto dell'economia. Non solo, tra le altre cose ha dato vita alla fondazione Roma Europea. È stato segretario generale del Comitato per i referendum elettorali di Mario Segni dal 1990 al 1993, consigliere comunale di Roma della Democrazia Cristiana (1989-93) e del Patto Segni (1993-97) e Presidente della Autorità per i Servizi Pubblici Locali. Laura Terrana, già candidata alle elezioni del giugno del 2016 a Roma sempre nelle fila de Il popolo della famiglia. In quella tornata elettorale, Terrana, moglie del coordinatore nazionale Nicola di Matteo ha portato a casa 324 preferenze risultando la donna più votata. Questa volta si mette in gioco e corre alla Camera. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento