Malagrotta, l'area dell'ex discarica sarà vincolata: delibera m5s per allargare il parco agricolo

Il provvedimento è stato votato ieri in aula Giulio Cesare. E per Ponte Malnome si provvederà al cambio di destinazione d'uso

Immagine d'archivio

Divieti categorici a qualunque tipo di impianto di trattamento dei rifiuti urbani o riutilizzo di cave esistenti. Insieme all'ampliamento del perimetro del parco agricolo della Valle Galeria. E' quanto fissato per l'area della discarica di Malagrotta dalla delibera a prima firma della consigliera del M5S, Simona Ficcardi, dall'oggetto "Azioni di salvaguardia per la Valle Galeria e l'Agro Romano", approvata ieri dall'Assemblea capitolina con 25 voti favorevoli, 5 astenuti e 2 contrari. 

La delibera, ha spiegato Ficcardi in aula, "chiede che venga riconosciuto sul territorio della Valle Galeria l'allargamento del parco agricolo 'Arrone Galeria' con tutte le azioni e i vincoli previsti. E' una delibera importantissima per la messa a tutela del territorio ed è raro che si discuta un provvedimento così in quest'Aula, per questo mi dispiace vedere così tanti assenti. La Valle Galeria è un territorio che nel raggio di meno di 2 chilometri l'uno dall'altro vede circa 11 impianti che trattano rifiuti e non. E' un esempio lampante di come insediamenti industriali sprovveduti rechino danni alla salute dei cittadini e non convengano a livello costi-benefici in base alla ricaduta di ogni impianto e progetto: parliamo di vite sacrificate per profitti privati che non potranno essere risarcite".

Ficcardi però non risparmia una critica all'amministrazione M5S: "Nonostante il territorio sia stato martoriato per 45 anni con la discarica di Malagrotta, dopo l'incendio del Tmb Salario è stato individuato un sito temporaneo di trasferenza a Ponte Malnome, scelta per cui ho manifestato la mia sofferenza, un dolore per quel territorio che fa i conti con un passato e un presente di impatto tremendo sul territorio". 

Il sito, ha spiegato la consigliera, "sarà oggetto di una ulteriore delibera che prevede il cambio di destinazione d'uso dell'area al termine dei 180 giorni dati ad Ama per la trasferenza". Comunque, ha sottolineato la proponente, "abbiamo portato un maxi-emendamento che accoglie tutti i contributi tecnici degli uffici e dello staff dell'assessore Montuori, che ringrazio, che hanno integrato e valorizzato la delibera che porta sì la mia firma, ma la cui paternità è di tutti i cittadini che hanno lottato anche in difesa di parenti e amici con patologie riconosciute dalle ricerche epidemiologiche svolte sul territorio". 

Per il presidente della commissione Ambiente del Campidoglio, Daniele Diaco (M5S), si tratta di "un atto forse poco compreso che pone fine a decenni di atti vessatori sull'area della Valle Galeria".

Mentre il gruppo RomaTornaRoma non ha partecipato al voto, gli esponenti di Fratelli d'Italia si sono astenuti e i consiglieri del Pd hanno consegnato voto contrario: "L'idea di tutelare la Valle Galeria è giusta ma questa delibera non convince. E' una delibera che propone una variante, la modifica delle norme attuative del piano regolatore e il dubbio che viene è come questa modifica impatta sulle altre zone di Roma. E' stato fatto uno studio? No", ha dichiarato il capogruppo dem Giulio Pelonzi. 

Su quell'area, ha chiesto Pelonzi, "sono previsti interventi del Prae, il piano regionale per il risanamento delle cave. Questa delibera può inibire quegli interventi di risanamento? E sul piano paesaggistico si è valutato l'impatto. Il parco, in cui ricade questa zona, è un parco statale su cui c'è un commissario che sta creando un piano di gestione, come impatta questa delibera? Pur con il cuore infranto - ha concluso - se si fosse fatta una mozione che chiedeva un rafforzamento delle tutele puntuali sarei stato d'accordo ma come delibera che chiede una modifica di norme di piano, propone una variante, non ha studiato l'impatto sulle altre zone di Roma non me la sento di votarla. Mandarla così in Regione difficilmente potrebbe avere un impatto positivo". 

(Fonte Agenzia Dire)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento