Raggi "bonifica" l'ufficio di De Vito: verso il trasferimento gli amministrativi che lavoravano con il presidente dell'Aula

Senza colpe o responsabilità specifiche a loro carico, i sei dipendenti della segreteria della presidenza si preparano a essere spostati altrove

L'aula Giulio Cesare

Via i dipendenti della segreteria di presidenza, si cambia. Con l'arresto di Marcello De Vito, ex presidente dell'aula capitolina, il personale degli uffici sta per ricevere il ben servito. Ancora niente di formalizzato, ma, sempre nell'ottica del cambiamento da imprimere per ripartire dopo il caos giudiziario che ha travolto il Campidoglio, è allo studio un nuovo assetto per il personale degli uffici. 

I sei amministrativi che hanno affiancato De Vito saranno con ogni probabilità riassegnati all'ufficio del Personale e destinati ad altri incarichi. Non più quelli interni alla presidenza dell'aula. "Perché dobbiamo pagare per colpe di altri? Abbiamo lavorato sempre onestamente" si chiedono in queste ore i dipendenti "sacrificati" sull'altare del nuovo corso promesso dalla sindaca Virginia Raggi. Una notizia che i destinatari avrebbero già ricevuto, a voce. Al loro posto, il vicepresidente Enrico Stefàno, chiamato a sostituire De Vito, starebbe valutando di far migrare la squadra di tecnici con cui ha lavorato da presidente della commissione Mobilità. 

Intanto del caso De Vito si è discusso oggi nella prima seduta di Consiglio comunale dalla notizia dell'arresto. Raggi è intervenuta, tra le proteste delle opposizioni, a ricordare che "il vecchio sistema prova a inflitrarsi", ma che loro, i grillini, "hanno gli anticorpi". Il capogruppo Giuliano Pacetti ha rassicurato: "Andiamo avanti con una maggioranza compatta". E il consigliere Daniele Diaco, alla buvette del Campidoglio, lo ha ribadito: "Abbiamo tanti compiti da portare a termine". Idem l'assessore ai Lavori pubblici Margherita Gatta: "Quale stallo? Non ci siamo fermati"

Sarà, ma dagli scranni delle minoranze i consiglieri fanno la lista dei guai ancora da risolvere: il nuovo assessore all'Ambiente da nominare, Ama senza bilancio e la questione rifiuti dall'incendio al Tmb di Rocca Cencia agli impianti del Colari pronti a chiudere, per manutenzione, tra aprile e luglio. Tutte questioni che aspettano risposte. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento