Di Maio su caso Ama: "Raggi non è indagata, nessuno scandalo. Dalla Lega una vera sceneggiata"

Le parole del vicepremier sull'inchiesta Ama e gli audio pubblicati sull'Espresso

Luigi Di Maio e Virginia Raggi (immagine d'archivio)

Mantiene la calma, almeno a favor di telecamere, il vicepremier Luigi Di Maio. "La sindaca di Roma non è indagata e sulla vicenda Ama non c'è nessuno scandalo" ha detto ieri intervenendo a "Dritto e rovescio" su Retequattro, in merito a presunte pressioni di Raggi sull'ex ad Lorenzo Bagnacani per l'approvazione del bilancio in rosso, emerse da una serie di audio pubblicati sull'Espresso e finiti in Procura. "Vedo che la Lega è un po' nervosa e ha usato questa ripicca contro la Raggi. Ma semplicemente - Di Maio la difende - diceva al capo della società che si occupa dell'immondizia a Roma che non poteva aumentare la Tari ai cittadini perché i cittadini vedono la devastazione dei rifiuti in città". 

Insomma, altro non sarebbe che l'ennesimo modo di attaccare la gestione a Cinque Stelle di Roma, e di coprire il caso Siri. Il sottosegretario ai Trasporti della Lega, Armando Siri, è indagato per corruzione per una presunta tangente da 30.000 euro. E Di Maio chiede le dimissioni. 

Qui la storia dei 18 milioni a bilancio

"Abbiamo sempre agito rispettando un punto, un principio: la legalità! Siamo sempre stati coerenti su questo. Lo abbiamo dimostrato anche recentemente a Roma. Siamo nati sulla questione morale e gli indagati per corruzione o per aver preso mazzette e tangenti no, non possiamo accettarli. Siamo entrati per cambiare le cose, non per lasciarle così come sono". E ancora: "Mi auguro che la Lega lo abbia capito. Perche' quella di ieri su Virginia Raggi e' stata una vera e propria sceneggiata mediatica". 

Già, sotto sotto però la questione preoccupa non poco i vertici nazionali M5s. Come riportato su Il Messaggero uno scambio di messaggi tra Di Maio e Raggi tradirebbe tensioni e paure per un effetto boomerang nell'attacco a testa alta rivolto alla Lega e al caso Siri. "Com'è questa vicenda di Ama?" avrebbe chiesto il vicepremier. "Riguarda il bilancio non approvato", ha risposto Virginia laconica. E Di Maio, scrive il quotidiano capitolino, sarebbe preoccupato per "la ripetitività di situazioni che imbarazza i vertici nazionali grillini", al centro delle quali vi è sempre la sindaca Raggi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento