Appia Antica: i municipi fanno quadrato contro il declassamento voluto dal Mibac

La riforma del Ministro Bonisoli sottrae autonomia al Parco Archeologico Regionale dell'Appia Antica. Sgarbi: "Tentativo patetico di accentramento". Insorgono anche Italia Nostra ed i Municipi VII e VIII

Fa il pieno di critiche la riforma Bonisoli. Il decreto con cui il titolare del Mibac riduce gli spazi di autonomia del parco dell'Appia Antica, non piace a nessuno. In difesa della Regina Viarum si sono mobilitati intellettuali, tecnici e politici.

Ripensare il decreto

"Scenderemo in campo con una iniziativa pubblica, perchè il futuro dell'Appia rischia di essere lo smembramento tra due Soprintendenze. Per questo oggi chiediamo ancora al ministro Bonisoli di ripensare quel decreto. Siamo qui per mettere insieme tante voci", ha spiegato Annalisa Cipriani, la vicepresidente della sezione romana di Italia nostra,  che ha letto le testimonianze-appello di Corrado Augias e Paolo Rumiz. 

Qual è il piano?

Anche Rita Paris, storica direttrice del parco ed ora presidente dell'associazione Bianchi Bandinelli, ha bocciato l'iniziative del Mibac, che coinvolge a Roma anche il Museo Etrusco di Villa Giulia. "Siamo sconcertati per la soppressione dell'autonomia solo per alcuni istituti" ha aggiunto Rita Paris che si è appellata al ministro chiedendo " qual è il piano, perché al di laà della riorganizzazione occorre un piano e noi non abbiamo ancora compreso quale sia. Non si comprende la scelta degli istituti privati dell'autonomia, non vi è logica se non - ha concluso Paris -  quella di recuperare qualche posto da dirigente". 

Contrario il Municipio grillino

Intanto i municipi attraversati dalla Regina Viarum hanno alzato le barricate in difesa dell'autonomia. Il VII Municipio, rappresentato dall'assessora alla Cultura Elena De Santis (M5s), ha ricordato che "Come ente di prossimità abbiamo cercato di favorire tavoli e incontri per mettere insieme Soprintendenze e Regione Lazio per valorizzare questo patrimonio". C'è stato anche un recente protocollo che il Municipio ed il Parco hanno firmato. "Lo abbiamo già formalizzato in giunta" ha fatto sapere l'assessora che ha dichiarato l'intenzione di "inoltrarlo agli organi cittadini e nazionali, perche' siamo contrari alla perdita dell'autonomia dell'Appia".

La preoccupazione del municipio di centrosinistra

Contrarietà è stata espressa anche dal Municipio VIII. Per il suo presidente Amedeo Ciaccheri, presente all'incontro, non declassare il parco "risponde a esigenze concrete sia del paesaggio, sia dei beni archeologici e architettonici presenti nell'area del Parco". Ad ogni modo il 25 luglio il consiglio municipale dovrà affrontare una mozione, portata in aula dal consigliere Flavio Conia (PD) e già sottoscritta dalla maggioranza, con ci si chiede che "qualora la decisione del ministro Bonisoli sia confermata, venga aperto un confronto con i lavoratori e le lavoratrici rispetto al loro futuro occupazionale". Contestualmente il Municipio VIII, come fatto anche da Rita Paris, chiede di "chiarire quale sia il destino del parco e la sua futura organizzazione a seguito del declassamento".

Il centralismo patetico

In viale Liegi, nella sede di Italia Nostra, era presente anche Vittorio Sgarbi.  Il noto critico d'arte ha denunciato il "tentativo grottesco" del Mibac, etichettato anche come una "forma di centralismo patetico".  Secondo Sgarbi "nella lotta tra autonomismo della Lega e centralismo dei Cinque Stelle, il paradosso è che i Cinque Stelle tolgono alla Appia un'autonomia in una logica centralista". Una scelta politica della quale però, l'attuale Sindaco di Sutri, non si dice preoccupato perchè ha già perso: "non passerà mai". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento