Quando il pubblico non paga: Roma Capitale ha 1,5 miliardi di debiti coi fornitori

Il Comune di Roma è il più indebitato d'Italia anche con i privati: l'amministrazione capitolina deve saldare i conti con quasi cinquemila aziende, per una somma che è pari a 1,5 miliardi

Piazza del Campidoglio

Tre volte superiore al debito di Napoli e quasi cinque volte tanto quello di Milano. L'esposizione del Comune di Roma nei confronti dei privati è enorme. Nella classifica poco lusinghiera delle città che faticano a saldare i conti con aziende ed artigiani, la Capitale primeggia.

Il peggioramento di Roma

La CGIA di Mestre, con il proprio centro studi, ha fotografato qual è la condizione debitoria dei comuni più importanti. Il risultato è un' analisi impietosa per la Città Eterna che vede aumentare lo stock degli insoluti anche rispetto all'anno precedente. Se infatti al 31 dicembre 2017 i i debiti ammontavano a 1,13 miliardi, un anno più tardi hanno superato il miliardo e mezzo di Euro. Una cifra monstre se si considera che, complessivamente, i grandi comuni devono saldare i conti per "soli" 3,5 miliardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Degna Capitale del peggior pagatore d'Europa

Come rilevato dall'Associazione di artigiani e di piccole  imprese di Mestre, le somme che i comuni devono ai propri fornitori, vengono saldate anche con molto ritardo. Ma questo è un problema di carattere generale, che riguarda quasi tutti i comuni e che fa dell'Italia il paese in Europa dove l'amministrazione impiega più tempo, in assoluto, a pagare i propri fornitori. Se la media comunitaria è infatti di 41 giorni, l'Italia ne impiega ben 104. Più del doppio e con un peggioramento netto rispetto alla precedente rilevazione, datata 31 dicembre 2017. Nessuno, in Europa, ottiene una performance più negativa. Come del resto nessun comune, in Italia, vanta tanti debiti della Pubblica Amministrazione con i privati. Da questo punto di vista quindi, Roma, è degna capitale dello stivale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi casi, sono 11 in totale nel Lazio. I dati Asl del 27 maggio

Torna su
RomaToday è in caricamento