Primavalle, domenica corteo 'di cittadini' contro la scuola occupata: ma ad animarlo c'è l'estrema destra

La protesta è organizzata da Magnitudo Italia, tra le sue fila molti militanti del Fronte della gioventù. Lanciato 'contro corteo' dei movimenti

Un corteo organizzato da Magnitudo Italia a dicembre (Foto Facebook Magnitudo Italia)

Nel volantino che chiama alla mobilitazione sono in risalto le parole ‘degrado’, ‘furti’ e ‘abbandono’. Ma nel mirino c’è soprattutto l’intento di convincere la cittadinanza a scendere in piazza contro l’ex scuola di via Cardinal Capranica, abitata da 78 famiglie di origini romene e marocchine, tra cui un’ottantina di bambini. Domenica 9 giugno, a Primavalle, si terrà un corteo “contro l’insediamento abusivo della scuola Don Calabria”, si legge sempre sul manifesto. L’occupazione è in cima alla lista degli sgomberi al tavolo del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di Prefettura, Comune e Regione.

Ad organizzarlo Magnitudo Italia, ufficialmente “non legato ad alcun partito” ma fin dalla sua presentazione grafica su Facebook con chiare simpatie di estrema destra e neo fasciste. Come apprende Romatoday, infatti, il movimento è animato da diversi esponenti del Fronte della Gioventù, l’organizzazione che si richiama alla sigla giovanile del Msi, e che ha sede nella sua storica sezione di via Ottaviano 9. Il portavoce di Magnitudo Italia è Francesco Capasso: “In generale protesteremo contro l’abbandono delle periferie da parte delle istituzioni”, spiega a Romatoday. “In particolare, portiamo l’esempio della scuola Don Calabria un tempo punto di ritrovo per molti bambini oggi occupata abusivamente da tante persone, specialmente di etnia rom”. Lo stabile, in realtà, come ha potuto verificare Romatoday nel corso di un reportage dall'ex scuola, è abitato prevalentemente da una comunità di origini marocchine e da una di origini romene ma vi risiedono anche diverse famiglie italiane.

Viaggio nell'ex scuola di via Cardinal Capranica: l'occupazione in cima alla lista degli sgomberi

E così, dopo un maggio di campagna elettorale pieno di tensioni in diversi quartieri di case popolari della città, a causa dei presidi dei fascisti del nuovo millennio di Casa Pound, è Primavalle a prepararsi a una nuova protesta. Il corteo, autorizzato dalla Questura, arriverà molto vicino allo stabile, dove vivono anche circa 80 bambini: da piazza Clemente XI arriverà a largo Carlo Sacconi, una traversa di via Pietro Bembo, proprio alle spalle dell’ex scuola e a ridosso dell’imbocco di via Cardinal Capranica, una via senza uscita che si addentra in mezzo a prati abbandonati per qualche centinaio di metri e termina con un campo sportivo e con un istituto scolastico. 

I movimenti per il diritto all’abitare hanno convocato un contro presidio per le 12 nella stessa piazza Clemente XI, “che a Primavalle tutti conoscono come piazza Mario Salvi in onore del “Gufo”, un compagno protagonista delle lotte per la casa nel quartiere”, militante del Comitato proletario di Primavalle ucciso l'8 aprile del 1976, a 21 anni, da un colpo di pistola sparato da un agente nel corso di una manifestazione. “Si tratta solo di sciacalli in campagna elettorale permanente a cui non si deve concedere spazio alcuno”, si legge nella convocazione. “Primavalle è di chi la vive e la ama, come le famiglie di via Cardinal Domenico Capranica che, insieme a tutto il quartiere, sudano sugli stessi posti di lavoro e faticano dietro gli stessi banchi, fanno la spesa al mercato, giocano ai giardinetti o all’oratorio e difendono le case popolari e gli spazi sociali da sgomberi, sfratti e speculazioni di ogni tipo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

Torna su
RomaToday è in caricamento